Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, il Rotary Club dona 200 mascherine alla Croce Verde

Il presidente della Croce Verde Samuele Piersanti: «È stato un bel gesto, ci ha fatto molto piacere. Significa che viene dato valore al lavoro che facciamo»

Mauro Ragaini e Samuele Piersanti

JESI – Non finiscono le dimostrazioni di ringraziamento della comunità verso il prezioso lavoro della Croce Verde di Jesi, che sempre e ancor di più in questo periodo di emergenza sanitaria presta il suo servizio alla popolazione del territorio. Il Rotary Club di Jesi, infatti, ha voluto dimostrare vicinanza e sostegno donando un carico di mascherine.

Il presidente Mauro Ragaini, a nome del consiglio direttivo e dei soci, il 3 giugno ha consegnato al presidente della Croce Verde Samuele Piersanti 200 mascherine Fp2 per proteggere il personale impegnato nei servizi di soccorso e trasporto degli ammalati, dato che il coronavirus impone ancora adeguate e costanti cautele per prevenire il contagio degli operatori. «È stato un bel gesto, ci ha fatto molto piacere – commenta Piersanti -: possiamo continuare ad andare avanti nel nostro servizio di soccorso. In questi ultimi mesi sono state tante le manifestazioni di solidarietà e i doni di dispositivi di protezione individuale, anche da parte dell’amministrazione comunale, delle associazioni del territorio, di tutti. Significa che viene dato valore al lavoro che facciamo».

L’occasione della donazione da parte del Rotary Club è stata utile anche per uno scambio di informazioni sui compiti che la Croce Verde di Jesi svolge con passione da tanti anni e anche sulle difficoltà a cui quotidianamente fa fronte.
Nel periodo più brutto dell’emergenza Covid, i volontari della Croce Verde hanno dovuto affrontare anche continue carenze di materiali: soprattutto sul fronte mascherine, hanno spesso navigato a vista. Da qui gli appelli alla comunità e le sollecite risposte. «Ora si respira una situazione molto più leggera e meno tesa, più stabile – spiega Piersanti -. Al momento siamo a posto quanto a fornitura di dispositivi di protezione, ma quelli servono sempre. Più ce ne sono meglio è».

A nome del Rotary Club di Jesi il presidente Mauro Ragaini ha ringraziato il presidente Piersanti, il segretario e gli altri volontari presenti congratulandosi con loro. Un ringraziamento reciproco, nell’interesse comune per la cura del territorio.