Ripa Bianca: attività, biodiversità e socialità

L'Oasi di Ripa Bianca apre le porte ai visitatori (20, 30 aprile e 1 maggio) con tante iniziative per bambini e famiglie. «Una realtà unica per le Marche, a pochi passi da un centro abitato» le parole del direttore David Belfiori

L'Esino alla Riserva di Ripa Bianca
L'Esino alla Riserva di Ripa Bianca

JESI – Non basta un film e nemmeno un servizio fotografico, Ripa Bianca è una realtà unica che si può capire solo andandoci di persona. L’occasione giusta, ad ingresso gratuito, domani pomeriggio dalle 17 alle 19 con “Save the frogs day“: una giornata per la tutela degli anfibi con osservazioni dirette e presentazione del progetto di reintroduzione del Rospo Smeraldino nella Riserva Naturale Ripa Bianca. In serata, dalle 21 alle 23, costo 5 euro, “Una notte da Allocco” alla scoperta del segreto e misterioso mondo dei rapaci notturni con immagini (prenotazione al 3346047701).

Quest’anno ricorre il XX dall’inaugurazione di questa area verde: «Ripa Bianca è un esempio di buone pratiche: era una discarica comunale che è stata recuperata e bonificata – racconta David Belfiori, il direttore – Il verde, gli animali, sono il frutto di un lavoro costante che ha dato i suoi frutti. Ripa Bianca ha una valenza naturalistica che la rende unica nelle Marche con specie rare nel centro Italia ed è facilmente raggiungibile dalla città di Jesi e da quelle vicine». Natura ma anche socialità: «Oltre alle attività con le scuole, ci sono sette anziani che portano avanti gli orti sociali biologici, abbiamo aperto le porte ai salesiani con campi di lavoro, al Gus che ha ripulito il Belvedere con un gruppo di richiedenti asilo, uno spazio che versava in pessime condizioni tornato a splendere e adesso luogo di incontro per famiglie che vi fanno pic-nic e quelli che chiamiamo “giochi dimenticati” come il tiro alla fune, la corsa con i sacchi. Abbiamo anche un sentiero sensoriale (il sentiero a piedi nudi, barefooting, ndr) adatto anche per ipovedenti unico in regione».

Gli eventi continuano il 30 aprile dalle 16 alle 17 e dalle 17.15 alle 18.15 con i racconti animaleschi nella tenda degli indiani d’America: in cerchio, all’interno di un tepee (tenda degli indiani d’America) i partecipanti saranno trasportati all’interno di storie e aneddoti di animali fantastici e misteriosi. Laboratorio rivolto a bambini/e dai 5 ai 10 anni. Costo laboratorio 4 euro. Il Primo Maggio, inoltre, la riserva sarà aperta ad ingresso libero e gratuito e sarà attivo il sentiero a piedi nudi, al costo di 3 euro a persona. I contributi raccolti saranno impiegati nei progetti di manutenzione e conservazione della biodiversità della Riserva Naturale Ripa Bianca di Jesi.