Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Rete Canapa, il Comune di Jesi mette a disposizione i suoi terreni incolti

Al progetto la Regione ha riconosciuto 381 mila euro. Capofila la Ditta Trionfi Honorati. Partner Politecnica, UniCam, Comune di Fabriano, Cia, aziende agricole e imprese nei settori edile, plastico e cartotecnico

JESI – Terreni agricoli incolti di proprietà del Comune di Jesi messi a disposizione del Gruppo Operativo “Rete Canapa”, per «prove di campo tese a verificare gli aspetti agronomici del terreno e delle coltivazioni, oltre a quello della diffusione delle conoscenze anche attraverso incontri pubblici». La giunta ha dato il via libera, decidendo inoltre l’adesione alla Associazione Temporanea di Scopo “Rete Canapa”.

Di questa fanno parte il soggetto capofila – ovvero la Ditta Trionfi Honorati di Jesi – e altri partner aderenti: Università Politecnica delle Marche, Università di Camerino, Comune di Fabriano, Confederazione Italiana Agricoltori, aziende agricole del territorio e imprese varie nei settori edile, plastico e cartotecnico. Al progetto la Regione Marche ha riconosciuto un finanziamento di poco più di 381 mila euro.

La costruzione in canapa di Trionfi Honorati

«La canapa – rileva la giunta – ha storicamente rappresentato una filiera importante nel tessuto economico del nostro territorio, oggetto di recente valorizzazione attraverso una pluralità di iniziative tese ad una piena riscoperta anche sotto il profilo agroalimentare». Nel progetto dell’Associazione Temporanea di Scopo “Rete Canapa: la multifunzionalitá della canapa nel settore agricolo no-food – Recagri”, si parla di «realizzazione di un impianto per la prima trasformazione della biomassa della canapa così da rendere il residuo della canapa funzionale ad applicazioni no-food, come il tessile, la bioedilizia, la bioplastica e la cartotecnica».

Ruolo del Comune di Jesi sarà mettere a disposizione i terreni di sua proprietà «qualora ne fosse ravvisata la necessità e ne sia formalizzata la richiesta, per un periodo limitato e circoscritto». Ettari e periodo di tempo saranno individuati con apposita convenzione.