Jesi, ecco le restrizioni di piazza Colocci

Lavori ultimati davanti palazzo della Signoria, l'amministrazione ha emanato l'ordinanza per regolamentare la viabilità. Pochi gli autorizzati a transitare, soprattutto fra i residenti del centro. A settembre l'inaugurazione

La nuova piazza Colocci

JESI – Residenti e dimoranti, mezzi di soccorso e di pubblica sicurezza, veicoli adibiti ai portatori di handicap e per il carico e scarico. Ecco i soli autorizzati a transitare nella nuova piazza Colocci. Lo scorso 6 agosto, i lavori di riqualificazione sono ufficialmente terminati e la ditta ha riconsegnato il “salotto urbano” al Comune.

L’intenzione, come ampiamente annunciato, è di lasciare libera la piazza, limitando persino gli eventuali via libera ai dehors delle attività commerciali. Slitta probabilmente a settembre l‘inaugurazione ufficiale.

Nel dettaglio, è stato istituito il divieto di sosta dalle 0 alle 24, tutti i giorni. Esclusi «i mezzi dei residenti/dimoranti autorizzati diretti verso via Francesco di Giorgio Martini e verso via Roccabella, i mezzi in emergenza e di pubblica sicurezza, quelli in uso ai portatori di handicap, i mezzi autorizzati per operazioni di carico e scarico da effettuare a beneficio dei palazzi prospicienti la piazza.

I veicoli dovranno transitare esclusivamente nella fascia che fiancheggia palazzo Colocci e palazzo Bisaccioni con direzione di marcia via Pergolesi – piazza Colocci – via Roccabella o via Francesco di Giorgio Martini».

Istituito anche il divieto di occupazione di suolo, fatta eccezione per brevi e temporanee occupazioni di basso impatto in caso di eventi e manifestazioni specificatamente autorizzate dalla Giunta. I dehors degli esercizi pubblici stagionali sono consentiti per una fascia di profondità non superiore a tre metri parallelamente a via Pergolesi e della tipologia a minor impatto: sedie, panche e tavolini, senza ombrelloni, con obbligo di ricovero giornaliero degli arredi.