Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, dalla Regione Marche altri 500 mila euro per il ponte San Carlo

L'assessora regionale Manuela Bora: «Va ricostruito quanto prima, dal momento che è fondamentale per la viabilità tra le province di Ancona e Macerata, oltre che per la città»

Ponte San Carlo

JESI – La Regione Marche finanzierà una serie di importanti infrastrutture per la provincia di Ancona, in particolare per Jesi, con ulteriori fondi per la messa in sicurezza del ponte San Carlo e nuove risorse per la realizzazione del palascherma, messa in forte dubbio dalle difficoltà del gruppo Maccaferri, cofinanziatore in origine di un’opera che la città di Jesi ha molto a cuore.

Sono stati inoltre finanziati interventi attorno all’area aeroportuale di Falconara.

Lo annuncia l’assessora regionale Manuela Bora, che spiega: «Nell’ultima seduta della giunta regionale abbiamo messo a disposizione altri 500 mila euro per il San Carlo, che si aggiungono ai 3,5 milioni già stanziati dalla Regione Marche, al milione del Comune e ai 500 mila euro della Provincia e completano così il finanziamento dell’opera. Abbiamo anche previsto oltre 2 milioni per la casa della scherma. Sono consapevole dell’importanza di queste opere e di quanto siano vitali per l’economia di un territorio al quale, da sempre, dedico grande impegno. Il Ponte San Carlo da subito è stato per me un obiettivo. Va ricostruito quanto prima, dal momento che è fondamentale per la viabilità tra le province di Ancona e Macerata, oltre che per la città. Altrettanto importante è realizzare presto il nuovo palascherma a Tabano, dedicato allo sport che, grazie ai successi conseguiti, ha fatto conoscere in tutto il mondo Jesi e le Marche. La giunta ha inoltre finanziato un fondo, destinato al Comune di Falconara, di 2.843.380,45 euro: serviranno per riqualificare un’area attorno all’aeroporto regionale».