Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

“Rallento o no?”. Nuovi autovelox a Jesi, il dubbio degli jesini sul loro funzionamento

Via Paradiso, via dei Colli, via Ancona e Via San Marcello, sono le vie in cui sono stati installati i box per il controllo della velocità, non ancora attivi. Ma in pochi lo sanno

JESI – Se dovevano fungere da deterrente, si può già affermare che i nuovi autovelox funzionano. Benché non siano ancora attivi, gli automobilisti rallentano a ridosso di essi. L’amministrazione ha specificato che comunicherà le tempistiche di attivazione. Ad oggi, infatti, i box installati in alcune vie non sono accesi. Ma non manca tanto. Il periodo di sperimentazione è pressoché concluso e già da dicembre potrebbero essere in servizio.

Via Paradiso, via dei Colli, via Ancona e Via San Marcello: queste le strade individuate dove si è riscontrata una velocità media superiore ai 50 km/h. In questa prima fase si sono testati gli impianti dopodiché sarà montata una adeguata cartellonistica per avvisare i conducenti dei veicoli del rilevatore di velocità, accompagnata da una campagna informativa affinché tutti siano preventivamente informati della presenza di tali strumenti nelle quattro strade individuate. A quel punto sarà installato in uno dei 4 box il misuratore che sarà bidirezionale, nel senso che riscontrerà la velocità in entrambi i sensi di marcia della via. Laddove sarà in funzione, sarà presente anche una pattuglia della Polizia locale per l’eventuale accertamento di infrazioni.

Il misuratore sarà, come detto, unico e verrà spostato a turno nei 4 box. La finalità dell’iniziativa, infatti, si specifica da piazza Indipendenza, «è esclusivamente preventiva, con la consapevolezza che i conducenti dei veicoli – sapendo della possibilità che nel box situato nella strada che stanno transitando sia presente il rilevatore – riducano la velocità ai livelli previsti nel centro abitato».

«La NOI SICURI PROJECT – spiega l’amministrazione – ha fatto pervenire i risultati in esito ai quali è emerso che via San Marcello e via Ancona hanno presentato il maggior numero di accertamenti di velocità di punta in violazione del limite di 50 Km/h registrati in orari compresi fra le 7:00 e le 20:00. Si ritiene pertanto e conseguentemente che le postazioni possano essere dislocate, oltre alle già individuate Via Paradiso e Via dei Colli per i motivi palesati nella precedente deliberazione, anche in via San Marcello e Via Ancona. Pertanto previa installazione dei box contenitori e predisposizione dei sostegni per il dovuto presegnalamento della postazione a cura dell’Ufficio mobilità e strade con cui sono già in atto le dovute collaborazioni, sarà possibile procedere ad avviare la fase “di esercizio”, introdotta da una opportuna comunicazione dell’avvio del servizio mediante annunci stampa».