Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, la proposta: cittadinanza onoraria al capitano Ultimo

A formularla è Matteo Baleani, consigliere comunale di Jesiamo. La motivazione: «Un rappresentante di spicco di quelle istituzioni che si battono per la legalità e la sicurezza»

il capitano Ultimo

JESI – Cittadinanza onoraria al capitano Ultimo. A proporla, presentando una mozione da mettere al voto giovedì 27 febbraio in consiglio comunale, è Matteo Baleani, esponente di Jesiamo.

«Il Colonnello Sergio De Caprio, anche conosciuto come “Capitano Ultimo”, risulta essere un esempio di rappresentanza delle istituzioni al servizio della legalità e sicurezza dei cittadini, che ha esercitato il proprio servizio nell’Arma dei Carabinieri e si è distinto per il suo ruolo nelle indagini antimafia – ricorda il consigliere di maggioranza -. Lo stesso ha dedicato la sua intera esistenza agli altri, ai più fragili e ai più deboli, svolgendo il proprio servizio con grande umiltà, combattendo contro l’ingiustizia e la
criminalità
, promulgando, attraverso il suo esempio e la sua condotta di vita, quei valori etici e morali che devono sempre guidare le scelte e le coscienze di tutti».

Matteo Baleani

Tenuto pertanto conto «del suo coinvolgimento in importanti indagini ed arresti anche di boss mafiosi, del suo particolare impegno nel fondare a Roma una casa famiglia per giovani svantaggiati, nel sociale e in favore degli “ultimi”, e delle tante altre situazioni in cui si è sempre distinto per spirito di servizio», Baleani propone la cittadinanza onoraria.

Questa la motivazione ufficiale: «Sergio De Caprio è un esempio di rappresentanza delle istituzioni al servizio della legalità e sicurezza dei cittadini, portatore vivente di quei valori etici e morali che dovrebbero essere sempre seguiti e rispettati, uomo indomito che non cessa di battersi per gli ultimi e di offrire la sua testimonianza per tenere alta l’attenzione sulla criminalità organizzata di stampo mafioso e non solo».