Professore scompare da ieri, ritrovato oggi nei boschi di Genga

L'uomo è di Rosora e la denuncia di scomparsa era arrivata alla Stazione Carabinieri di Castelplanio. Localizzato dai Carabinieri attraverso il cellulare, prima è stata trovata la sua auto poi i Vigili del Fuoco lo hanno recuperato. Si trova in buone condizioni

Genga, repertorio
Genga, repertorio

GENGA – Si era allontanato per fare una passeggiata tra i boschi ma da ieri mattina, 22 novembre, non si avevano notizie di un professore di Rosora.

Non vedendolo arrivare a scuola, questa mattina, 23 novembre, e anche per il fatto che non rispondeva nè a casa nè al proprio cellulare, è arrivata la denuncia di scomparsa dai colleghi della scuola ai Carabinieri di Castelplanio.

I militari, coordinati dal Comandante della Compagnia di Jesi, maggiore Benedetto Iurlaro, si sono subito attivati con la localizzazione del cellulare che li ha portati verso la zona boschiva di Rosenga di Genga dove, in un primo momento, è stata ritrovata l’auto dell’uomo.

Allertati anche Protezione Civile e Vigili del Fuoco che si sono portati sul posto con l’Ucl, l’Unità di Comando Locale della Centrale di Ancona, il nucleo sommozzatori, il personale del distaccamento di Fabriano e l’elicottero proveniente da Arezzo.

Dopo attente ricerche, comunque, sono riusciti a localizzarlo e soccorrerlo nel pomeriggio di oggi, verso le 16. È stato ritrovato lungo il sentiero che parte dalla Chiesetta e raggiunge le piazzole di avvistamento di birdwatching.

Il professore, 60enne, non riusciva più a muoversi, con delle fratture agli arti, probabilmente causate da una caduta.

Le sue condizioni, comunque, non destano preoccupazione.