Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Prima candelina per JesiClean, un anno a salvaguardia della città

La giovane associazione si occupa di sensibilizzare la cittadinanza al rispetto per l’ambiente e alla cura del verde pubblico

JesiClean

JESI – Centinaia di persone coinvolte, collaborazioni con enti e associazioni, progetti a tutela dell’ambiente. È partita fortissimo JesiClean, l’associazione culturale e ricreativa fondata da 9 giovani amici di Jesi, appena diplomati, che si sta adoperando per sensibilizzare i cittadini, soprattutto i ragazzi, sull’importanza della cura ambientale e la pulizia dei parchi. Dopodomani, 23 febbraio, spegne la sua prima candelina. Un anno di traguardi raggiunti, gratificazioni e riconoscimenti nonostante il covid.

«Con tutti gli eventi svolti – spiega Giacomo Mosca, uno dei fondatori -, abbiamo coinvolto più di mille persone, tra iniziative di pulizia, giornate di sensibilizzazione, incontri con altre associazioni/fondazioni, format e sondaggi. Siamo veramente contenti del nostro operato e di quanto ancora possiamo sicuramente fare e dare per questa città. Non ci saremmo mai aspettati di diventare un punto di riferimento per molti cittadini che hanno a cuore il verde e l’ambiente di questa città. Tantissimi ci scrivono per farci presente di situazioni che colpiscono la città, in senso positivo e negativo, di eventi a cui chiedono un nostro intervento o partecipazione, esempio la mobilitazione spontanea del taglio dei tigli in viale Trieste. Molti ci chiedono anche supporto in determinate situazioni in quanto in maniera autonoma non riescono e noi siamo sempre pronti a fare da portavoce e rivolgerci a chi di dovere. o a rimboccarci le maniche ed intervenire in prima persona».

JesiClean ha deciso di cambiare il suo assetto, concentrandosi maggiormente sulla campagna di sensibilizzazione piuttosto che sugli eventi di pulizia, così da cercare di risolvere il problema a monte. «Gli eventi di pulizia naturalmente rimarranno e saranno sempre più aperti alla popolazione e con un’organizzazione dettagliata e minuziosa – garantiscono i promotori -. Per quanto riguarda il focus di questo primo semestre del 2022, rivolgeremo la nostra attenzione alle scuole elementari, medie e superiori, che ci hanno contattato per fare degli incontri con le classi dei loro istituti. Siamo stati molto felici di ciò e vedendo come già l’anno precedente al Paolo Borsellino (ex Savoia) e al Federico II gli incontri erano piaciuti molto, abbiamo deciso di cogliere la palla al balzo e sviluppare e migliorare l’anima degli incontri. Grazie a questo progetto riusciamo a far arrivare in maniera chiara, semplice e dettagliata il messaggio che vogliamo trasmettere a questi ragazzi: ognuno di noi attraverso dei piccoli gesti può contribuire a rispettare e prendersi cura dell’ambiente». Ideato anche un gadget realizzato con carta riciclata contenente un righello, una gomma, un temperino e due matite.

Non mancheranno le tradizionali iniziative di pulizia, uno prevista per maggio e l’altra a ottobre. Verrà inoltre riproposto il format “Fotografo lo sporco” e proseguirà “Portaci il rifiuto”. «JesiClean naturalmente non si ferma qui – assicura Giacomo Mosca -. In progetto anche tante nuove collaborazioni come con Avis, Admo, Angeli del bello Firenze, Pazienza Grafica, Brum Brum, Vallesina Bio, ArtGrade, NewBaskin e tante altre realtà che abbiamo conosciuto nel corso dell’anno appena trascorso. Siamo molto contenti sia di queste nuove amicizie che del rinnovo di quelle instaurate nell’anno precedente, alle quali JesiClean deve un grandissimo grazie: Adriatica Condomini, Banca Generali, JesiCittàDaVivere, FlyFood, The Canestreet, Petrolio, Equipe Hair, BNI, Ughi Assicurazioni, Lo Sbarello, Aido, Bottega Verde, Centro Benessere Equilibrio, Essenzia Decor, Perla&Co e Ottica Focarelli».