Jesi, Giampaoletti si tira fuori dalla maggioranza. Bacci perplesso

Il consigliere di Insieme Civico sceglie l'opposizione. Il sindaco: «Spiace per la decisione, ma è opportuno che fughi ogni dubbio su eventuali adesioni a qualche partito»

Massimo Bacci e Marco Giampaoletti

JESI – Marco Giampaoletti è fuori dalla maggioranza. Il consigliere comunale di Insieme Civico, noto in città per la sua edicola nel quartiere di San Giuseppe, sceglie di passare al gruppo misto, da oppositore. Termina il vittorioso sodalizio con il sindaco Massimo Bacci, avviato nel 2012. È proprio il Primo Cittadino, nell’apprendere la notizia e sottolinearne il dispiacere, a manifestare perplessità sulle tempistiche dell’uscita di scena.

«Non avendo più una condivisione su alcune scelte politiche e anche su decisioni precedenti riguardo a delle responsabilità negate alla nostra lista – scrive Giampaoletti -, restare in maggioranza non ha più senso. L’intento di Insieme Civico è stato sempre quello di parlare con i cittadini e confrontarsi anche con altre forze politiche, trovando delle soluzioni. Fare politica è molto difficile, ma la cosa importante è l’ascolto del cittadino, sia da civico che da appartenente a un partito, visto che sono tutti i cittadini a votarci. Nelle ultime elezioni amministrative, ci sono state troppe cose che non sono state condivise, ma Insieme Civico ha continuato a lavorare rispettando il percorso. Con la mia assenza in consiglio per l’infortunio, la sinergia è venuta meno. Al sindaco ricordiamo l’importanza dei nostri voti al ballottaggio del 2012. È una decisione sofferta dal punto di punto di vista umano, ma politicamente necessaria e comunque decisa da tutto il direttivo».

Qualche ora e arriva la replica di Bacci: «Spiace per la decisione del consigliere Giampaoletti con cui abbiamo condiviso un lungo percorso insieme dal 2012 ad oggi, ottenendo importanti risultati a livello amministrativo che sono stati premiati poi dai cittadini – scrive il sindaco -. Francamente, le motivazioni addotte per questo passaggio all’opposizione fanno riferimento a un periodo temporale anteriore alla sua candidatura a consigliere provinciale di un paio di mesi fa, quando pure ci aveva chiesto apertamente il nostro sostegno che gli abbiamo puntualmente dato per la sua elezione. Ci spiacerebbe, pertanto, se tale scelta di abbandonare la maggioranza a Jesi sia dettata dalla volontà di venir meno ad un impegno che Giampaoletti, al pari di tutti i candidati della Lista Ancona Provincia Civica, aveva sottoscritto: quello di dimettersi immediatamente qualora avesse aderito ad un partito politico. Non ho dubbi sulla sua correttezza e sono certo che né nell’immediato, né nei prossimi mesi, si farà attrarre da possibili treni apparentemente in corsa. Se però così fosse, come taluno ha adombrato, me ne dispiacerebbe personalmente rimanendo persuaso che, ancorché fuori da questa maggioranza ma ben consapevole di essere stato eletto con il nostro sostegno, debba comunque onorare il solenne impegno assunto con chi lo ha votato».