Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Poggio San Marcello, ex insegnante 62enne trovata senza vita a casa

A ritrovarla la figlia, che non riusciva a mettersi in contatto con la mamma. Non le rispondeva ai messaggi né alle telefonate, una circostanza strana per una madre ultra-presente come lei

Poggio San Marcello

POGGIO SAN MARCELLO – Tragedia domenica sera in un’abitazione a Poggio San Marcello dove una ex insegnante è stata trovata senza vita. Alessandra Consoli, 62 anni, ex docente di inglese in vari istituti superiori di Jesi e dal 2003 ideatrice e direttrice artistica del progetto “The english theatre”, è stata colta da malore nel tardo pomeriggio. Non ha fatto in tempo a chiamare i soccorsi.

Alessandra Consoli

A ritrovarla ormai esanime è stata la figlia Giulia, che non riusciva a mettersi in contatto con la mamma. Non le rispondeva ai messaggi né alle telefonate, una circostanza strana per una mamma ultra-presente come lei. Quando la figlia è andata a casa, l’ha trovata sul pavimento. Ha allertato i soccorsi ma era disperatamente tardi. Il medico del 118 ha potuto soltanto constatarne il decesso, sopraggiunto per un malore che non le ha lasciato scampo.

Un dramma che colpisce una famiglia molto unita e già segnata duramente nel 2018, con la perdita del marito di Alessandra e padre di Giulia, il conte Massimo Rivoiro, stroncato a soli 60 anni da una malattia. Ora Alessandra, che non si era mai ripresa da quel lutto, ha raggiunto il suo amato. Commovente il saluto che Giulia ha dedicato alla mamma sulla pagina Facebook.  «Grazie mami per il tuo sostegno, per avermi sorretta, appoggiata, per avermi fatto credere di potercela fare in ogni momento della vita anche quando tutto era in bilico, per aver creduto in me, per non avermi lasciata mai sola. Per i tuoi abbracci lunghi una vita, per i tuoi “ti amo”, per avermi resa una persona migliore. Tu eri l’altra parte di me, quella spensierata, quella “incosciente” a differenza mia. Tu però eri anche buona, leale, vera. E sapevi donare amore a tutti. Anche a chi, a volte non l’ha donato a te, ma tu c’eri sempre, anche quando non ce la facevi più. Grazie per avermi resa una persona migliore. Io ve ne sarò per sempre grata, a te e papà! Grazie per avermi scelto come vostra figlia. E per avermi donato tutto l’amore che potevate. Vola più in alto che puoi, anche se qui resta solamente un dolore immenso e un vuoto incolmabile. Ti amo con tutta me stessa».

Alessandra Consoli lascia nel dolore la figlia Giulia con Enere, la mamma Sina, la sorella Daniela con Msrio, i nipoti Luca e Lucia. La camera ardente è stata allestita alla Casa del Commiato di Bondoni, in via Dell’Industria a Castelplanio.

I funerali saranno celebrati domani pomeriggio (mercoledì 16 marzo) alle ore 15,30 nella chiesa San Nicolò da Bari a Poggio San Marcello, poi la tumulazione nel cimitero comunale. La famiglia ha disposto una raccolta fondi in favore della Croce Rossa di Castelplanio per ricordare Alessandra, la sua grande generosità e il suo cuore sempre aperto agli altri.