Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, pista di ghiaccio in piazza Federico II e mercatini di Natale in piazza della Repubblica

L’assessore alla cultura, Luca Butini ha spiegato le motivazioni dell’impianto da installare di fronte al Duomo, commentando anche la petizione di Legambiente

Luca Butini

JESI – Mercatini in piazza della Repubblica. La pista di ghiaccio in piazza Federico II sposta le bancarelle natalizie di fronte al teatro Pergolesi. A evidenziarlo è stato oggi pomeriggio in consiglio comunale l’assessore alla cultura, Luca Butini, rispondendo all’interrogazione di Emanuela Marguccio del Pd.

Sulla pista, questo è ormai chiaro, non si torna indietro. «Non sarà la spoglia piazza Federico II ad accoglierla – ha specificato Butini citando quanto detto dalla promotrice dell’interrogazione -, ma la bellissima e recuperata piazza Federico II, al termine di un percorso partecipativo fra Comune e associazioni di categoria. L’obiettivo primario della pista, e delle altre iniziative che proporremo, è quello di restituire socialità e serenità perdute a causa del covid, cercando di porre attenzione alle fasce d’età più colpite: giovani, giovanissimi e adolescenti».

L’assessore alla cultura ha replicato anche alla petizione del circolo Azzaruolo di Legambiente finalizzata a revocare l’installazione della pista di ghiaccio. Circa 200 le firme raccolte. «Ogni azione, che sia un’auto o lo space shuttle, richiede un esborso di risorse e l’utilizzo di energia – dice Butini -. Bisogna valutare la proporzionalità fra il beneficio atteso e appunto il consumo. Per noi, come detto, la socialità dei ragazzi merita questo investimento. La petizione di Legambiente dovrebbe prendere in considerazione tutte le piste di ghiaccio in Italia e in regione, essendovene anche ad Ancona, Pesaro e Senigallia, e non occuparsi solo di Jesi. Questo per rendere la campagna più trasparente e la richiesta di sottoscrizione più dignitosa nei confronti degli eventuali aderenti».

La quantificazione economica a base d’asta per la pista di ghiaccio ammonta a 8.000 euro + Iva 22%, comprensiva dei lavori di trasporto, installazione, gestione e rimozione della struttura. La pista sarà rettangolare, 30X10/12,5 mt. per una superficie di mtq 300/360. Resterà fino al 9 gennaio 2022, con successivo smontaggio entro il 16 gennaio, e l’azienda che si aggiudicherà la gara dovrà garantire tutto l’occorrente, compresi pattini, gazebo, impianto audio, nonché la gestione della struttura con personale qualificato.