Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Piero Calamandrei, presentata la biografia di un grande protagonista della nostra storia

Un folto pubblico ha seguito la presentazione del libro che si è svolta nella sala conferenze di Palazzo Bisaccioni in Piazza Colocci. L'iniziativa a cura del Centro Studi Piero Calamandrei

libro calamandrei palazzo bisaccioni
Giovanna Galante Garrone, Silvia Calamandrei, Francesco Moroni e Gian Franco Berti sul tavolo dei relatori

JESI – Un folto e attento pubblico ha seguito venerdì sera (20 aprile) nella sala conferenze di Palazzo Bisaccioni a Jesi, la presentazione del libro “Calamandrei. Biografia morale e intellettuale di un grande protagonista della nostra storia“, una riedizione dell’opera scritta dallo storico e magistrato italiano Alessandro Galante Garrone per Effepi Libri.

libro calamandrei palazzo bisaccioni
Il pubblico della sala conferenze di Palazzo Bisaccioni dove è stata presentata la riedizione

All’iniziativa, a cura del Centro Studi Piero Calamandrei, hanno partecipato Gian Franco Berti presidente del Centro Studi, Silvia Calamandrei autrice della prefazione, Francesco Moroni curatore della riedizione e autore dell’introduzione e Giovanna Galante Garrone. «Tra gli aspetti più nobili della grande eredità di Piero Calamandrei c’è sicuramente una grande attenzione nell’incidere nel reale, con una chiarezza del linguaggio davvero difficile da trovare oggi non solo in ambito politico – ha detto Moroni – Quella di Calamandrei fu una personalità poliedrica. Il pregio di questo libro è dare continuamente la parola al suo protagonista. Fu tra i personaggi che aiutarono il nostro Paese a metabolizzare il passaggio dal fascismo alla Repubblica, con l’obiettivo di “defascistizzare” gli italiani e diffondere i valori della Resistenza».

libro calamandrei palazzo bisaccioni
La copertina del libro

Politico, avvocato, professore, si impegnò contro la dittatura: aveva sottoscritto il manifesto degli intellettuali antifascisti redatto da Benedetto Croce e mantenne continui contatti con l’emigrazione antifascista. Un “Umanista civile” lo definisce Moroni dell’introduzione del volume. «Gli scritti di Alessandro galante Garrone (morto nel 2003) conservano una freschezza interpretativa non obnubilata dalla devozione nei confronti di Piero – ha aggiunto Silvia Calamandrei, nipote di Piero – Sono molto grata per la riedizione di questo volume, per cui ringrazio la figlia Giovanna Galante Garrone. Calamandrei è morto a 67 anni, è tra i classici del pensiero politico e civile italiano. Sono confortata dal fatto che molti giovani, anche in rete, pubblichino le sue parole, il suo pensiero». Calamandrei fece parte dell’Assemblea Costituente come rappresentante del Partito d’Azione. Il libro fu pubblicato per la prima volta nel 1987, una biografia attenta e appassionata del magistrato Garrone che racconta la vita di Calamandrei dalla fondazione della rivista Il Ponte, fino alla sua opera di giurista e avvocato. Questa riedizione è arricchita dalla prefazione di Silvia Calamandrei, e dall’introduzione dell’avvocato e scrittore Francesco Moroni.