Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Pesanti insulti a una donna incinta, carabinieri al Parco del Vallato

La giovane mamma ha tentato di difendere una persona seduta ad una panchina che era stata presa a schiaffoni da un gruppo di balordi. Da qui le offese

carabinieri parco vallato
L'auto dei carabinieri al Parco del Vallato

JESI – Pesanti insulti nei confronti di una donna incinta intervenuta per riportare la calma al Parco del Vallato.

È accaduto questa mattina (7 settembre) nella parte del parco dove si trova la sede dei camperisti: «Ero con delle persone anziane sulla sedia a rotelle e dei bambini piccoli – racconta la jesina, al nono mese di gravidanza – Abbiamo visto che delle persone stavano prendendo a schiaffi una persona inerme, forse ubriaco, che era seduto sulle panchine accanto alla struttura. Lui  non riusciva a difendersi e così ho chiesto di darsi una calmata, visto che la persona aggredita non poteva fare niente. Probabilmente le persone coinvolte erano tutte ubriache, sono intervenuta anche perché la scena non era adatta ai bambini che erano lì presenti».

La donna però è stata presa a male parole: «Mi hanno insultata e aggredita verbalmente con parolacce, davanti ai bambini e ad altre persone. Ho quindi chiamato i carabinieri che sono intervenuti». Nel frattempo la persona aggredita si era dileguata: «Non capisco perché non mettere delle associazioni nella struttura che attualmente è la sede dei camperisti ma che è sempre chiusa. Credo che, al di là di quanto successo stamattina, sia importante fare in modo che al parco ci sia un presidio, che ci siamo movimento, insomma di non lasciare queste zone nel degrado e alla mercé di balordi». Sempre questa mattina al Parco del Vallato sono stati effettuati i controlli ai proprietari dei cani per verificare il rispetto dell’ordinanza municipale.