Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Skating Club Jesi, la storia prosegue

Con una conviviale societaria al Paradise Play Center, il saluto alla nuova stagione agonistica e un bilancio degli ultimi anni. Mentre si pensa alla festa per il cinquantennale, spunta l'idea di un nuovo impianto per il pattinaggio a Monsano

Foto di gruppo per la dirigenza dello Skating Club Jesi

JESI – Il saluto ad una nuova stagione agonistica al via, la soddisfazione per essersi messi alle spalle i momenti più critici, la stuzzicante idea di una nuova pista da pattinaggio che potrebbe nascere a Monsano grazie alla collaborazione con la locale amministrazione comunale. Questi gli spunti della conviviale societaria che ha visto nei giorni scorsi lo Skating Club Jesi riunire al Paradise Play Center di Monsano dirigenti, tecnici, atleti e familiari del mondo neroverde.

Da sinistra l’addetto stampa Sergio Scipioni e il presidente Dino Spaccia dello Skating Club Jesi

Ospiti graditi il sindaco di Monsano Roberto Campelli, il titolare del Paradise Enrico Marconato e il consulente finanziario Abramo Romanelli.

Quest’anno lo Skating Club Jesi celebrerà i 48 anni di affiliazione alla Federazione ma già si pensa ai festeggiamenti per il cinquantenario.

«A luglio prossimo – ha ricordato nel suo discorso il presidente Dino Spaccia – scadrà il mandato del Consiglio in carica e va fatto un bilancio di un quadriennio che ha visto momenti molto difficili. Nell’agosto 2017, persi molti sostenitori a causa della crisi, il rischio era quello di chiudere. La sola idea che lo Skating, società che mio padre ha contribuito a creare, cessasse di esistere, era inaccettabile. Fortunatamente tantissimi di voi si sono attivati con proposte e consigli preziosi e siamo riusciti a mantenere in vita questa realtà».

Ha spiegato ancora Spaccia: «Abbiamo lavorato su vari fronti, per aumentare il numero degli atleti e consolidando la rete di aziende che credono nel nostro progetto, a cominciare dalla Vesmaco – diventata nostro main sponsor – che ci ha permesso di assumere un’allenatrice di altissimo livello come Cristina Piccioni, incrementare le ore di allenamento, dotare la corsa di abbigliamento aggiuntivo e affittare un locale dove potesse allenarsi in caso di maltempo. E poi proprio il Paradise Play Center. Ma c’è ancora molto altro da fare. E tutti possono dare una mano importante, anche solo col proprio tempo».

La società neroverde, che conta nel suo albo d’oro 13 titoli mondiali, 31 europei e 77 italiani, si tuffa nella nuova annata sportiva. Con l’idea futura di riuscire a realizzare a Monsano un nuovo impianto per il pattinaggio.