Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Incuria e degrado: il Parco del Vallato raccontato da chi lo vive tutti i giorni

Si incontrano da anni per portare a spasso il cane nell'area verde jesina: «Qui regnano incuria, degrado e insicurezza. I cani senza guinzaglio? Abbiamo fatto di tutto per metterci in regola»

Il parco del Vallato con la sede dei camperisti, zona molto frequentata la mattina in orario scolastico
La sede dei camperisti

JESI – Atti vandalici, insicurezza, degrado e cani che devono essere portati al guinzaglio. Il Parco del Vallato, una bellissima area verde nel cuore della città, è stato teatro recentemente di diverse segnalazioni.

Innumerevoli nel tempo gli episodi di danneggiamenti, le segnalazioni di incuria e degrado cui si è aggiunta pochi giorni fa quella di una signora è stata importunata da alcuni ragazzi in prossimità della casa dei camperitsti, e proprio ieri una signora ci ha contattato per evidenziare che i cani vengono lasciati liberi, senza guinzaglio. Al Parco si incontrano da anni più di una trentina di proprietari di cani che si fanno custodi di una parte dell’area verde, quella più vicina al parcheggio Zannoni: «Sappiamo che non è giusto tenere i cani senza guinzaglio – spiegano – ma è pur vero che in centro non ci sono aree per far sgambare i cani. Siamo stati in comune più volte per trovare un percorso costruttivo ma l’intenzione non è stata reciproca. Abbiamo chiesto l’istallazione di fontanelle visto che gli attacchi ci sono già e la recinzione del parco ma ci è stato risposto che nel progetto dell’architetto non è prevista e che in ogni caso non ci sono soldi per costruirla». I proprietari però non si sono arresi: «Abbiamo preso il regolamento del comune di Torino: qui sono stati affissi dei cartelli che indicano l’orario in cui la zona può essere frequentata dai cani ma non ci è stato risposto. Abbiamo proposto di cercare sponsor e raccogliere fondi e di farci aiutare fisicamente nei lavori. Insomma, abbiamo provato in tutti i modi a mettere in regola questa situazione, se necessario faremo anche una raccolta firme».

Ma al Parco del Vallato i problemi non finiscono qui, sono proprio i proprietari dei cani ad evidenziare altre criticità: «Al parco regna il degrado: siamo noi la mattina presto e la sera a ripulire e garantire una certa sicurezza per le persone che lo attraversano dopo le 18 perché se non ci fossimo il Parco sarebbe invivibile in certi orari. Nelle ore serali infatti, questa è zona di spacciatori, ci sono stati diversi controlli in questo senso, e gente poco raccomandabile che fa davvero di tutto nella zona della casa dei camperisti».