Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Parchi e vandalismo a Jesi, l’amministrazione: «Molte le aree prese di mira»

L’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi ha evidenziato la problematica in risposta alle preoccupazioni dei residenti della zona bocciodromo di via La Malfa

Vandali in azione (foto di repertorio)

JESI – «Sono molte le aree del territorio quotidianamente oggetto di atti vandalici, o comunque di comportamenti poco educati da parte di qualche cittadino». A ribadire la problematica, molto sentita in città e difficilmente arginabile, è l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi.

«Spesso si tratta di comportamenti illeciti, che segnaliamo alle forze dell’ordine – rimarca ancora l’esponente di giunta -. L’ordine pubblico è una loro competenza». L’occasione per sottolineare l’inciviltà di alcuni cittadini, evidentemente carenti di senso civico, è stata fornita dall’interrogazione di Andrea Binci del Pd relativa all’area verde a ridosso del bocciodromo di via La Malfa.

«In base a una convenzione – spiega Renzi -, è la stessa società bocciofila a doversi occupare della pulizia ordinaria e del decoro. In capo al Comune, naturalmente, la manutenzione straordinaria. Gli uffici hanno già scritto ai gestori per richiamarli all’attento rispetto degli accordi sottoscritti fra le parti. Di recente, comunque, è stata effettuata una ripulitura della zona. Verificheremo affinché i patti siano rispettati».

Come intervenire, dunque? «Stiamo valutando, in questa area del bocciodromo, ma anche in altre, di introdurre nuovi arredi e giochi per bambini, nonché cestini, così da spingere le famiglie a vivere maggiormente il parco, sperando di allontanare i malintenzionati». Binci, dal canto suo, ha proposto la realizzazione di un perimetro di sgambatura per cani, che non è escluso. Analogo discorso per le telecamere, che potrebbero essere installate nelle aree verdi al fine di monitorarle negli orari di minore frequentazione, sperando che possano fungere da valido deterrente.

Exit mobile version