Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Palestre, hotel e concessionarie: che impatto ha avuto il coronavirus sulle attività? – VIDEO

Lo abbiamo chiesto a chi nelle ultime settimane ha potuto riprendere il lavoro e accogliere i clienti con le dovute misure di sicurezza. Le nostre interviste al Pineta Hotel di Monsano, alla concessionaria Pieralisi Citroën e alla palestra Il David di Jesi

Palestra Il David

JESI- Quale impatto il coronavirus ha avuto sulle attività? Lo abbiamo chiesto a chi nelle ultime settimane ha potuto riprendere il lavoro e accogliere i clienti con le dovute misure di sicurezza anti-Covid.

Il nostro giro inizia da una struttura ricettiva alberghiera di Monsano.

Enrico Marconato, Pineta Hotel

«Il coronavirus sicuramente è stato un duro colpo per tutte le strutture turistico ricettive della zona e non solo. Il primo periodo abbiamo chiuso, poi appena si è sbloccata la situazione abbiamo attuato tutte le misure per far sì che gli ospiti siano tranquilli e usufruiscano della struttura come sempre – afferma Enrico Marconato, Pineta Hotel -. Abbiamo apportato delle modifiche, ad esempio la colazione non è più a buffet ma è servita al tavolo; tanti accorgimenti sulla pulizia delle camere e nei luoghi comuni. A partire dal 3 giugno, con la possibilità di spostarsi tra le regioni, speriamo che aumentino le prenotazioni. Siamo fiduciosi che tutto riprenda il prima possibile per un’estate che ancora si può salvare».

Il nostro giro prosegue a Jesi, per capire come il mercato delle auto e il mondo del fitness stanno ripartendo.

Mirco Vimini, concessionaria Pieralisi Citroën

«Nel periodo di chiusura, il coronavirus ha rallentato molto la vendita delle auto anche se comunque le persone hanno dimostrato interesse contattandoci sui social o sul nostro sito – dichiara Mirco Vimini, concessionaria Pieralisi Citroën -. Da quando è ripresa l’attività, quindi a maggio, siamo molto contenti perché la tradizione di Pieralisi ci ha permesso di arrivare a circa un centinaio di targhe, il che non è male considerando la situazione. Anche il noleggio sta riprendendo ma, ovviamente, più lentamente».

Andrea Valeri, palestra Il David

«L’attività in palestra è ripresa a rilento, come è normale che sia, in quanto ci sono molte regole da rispettare imposte dal protocollo ministeriale. I nostri clienti sono ritornati ad allenarsi soddisfatti, tante persone ci chiedono informazioni – riferisce Andrea Valeri, palestra Il David– . I cambiamenti hanno un po’ spiazzato gli utenti, soprattutto il non poter usufruire degli spogliatoi e delle docce crea qualche disagio. Fortunatamente Il David è super attrezzata, quindi anche se abbiamo tolto alcuni macchinari, ce ne sono moltissimi altri da utilizzare. Il dover disinfettare gli attrezzi non è problematico per i clienti, per qualcuno è un po’ più complicata la prenotazione. Stiamo lavorando ad un’app, che dovrebbe uscire la prima settimana di giugno, per prenotare tranquillamente da casa i corsi e l’accesso alla sala pesi. Speriamo piano piano di tornare alla normalità».

La palestra Il David