Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Omicidio di Jesi: «Mancata sorveglianza sul figlio». Sequestrati beni alla madre di Santarelli

Michel Santarelli era entrato in casa dei coniugi Giuliani uccidendo Fiorella e ferendo Italo il 3 luglio 2020. Si va verso la causa civile

Il luogo della tragedia

JESI – Per la famiglia dei coniugi Giuliani la madre di Michel Santarelli sarebbe responsabile della mancata sorveglianza sul figlio che, all’alba del 3 luglio dello scorso anno, entrò in casa di Italo e della moglie Fiorella Scarponi uccidendo quest’ultima con un pezzo di vetro e ferendo il marito (morto poi a marzo scorso per una malattia).

Michel Santarelli

Per questo, attraverso i propri legali, le tre figlie della coppia di Jesi hanno chiesto e ottenuto dal giudice un sequestro conservativo di beni per 1 milione e 200mila euro

Un primo passo verso una causa civile che le tre figlie si apprestano a fare per ottenere un risarcimento danni visto che in sede penale l’imputato, oggi 26enne, è stato recentemente prosciolto dall’omicidio e dal tentato omicidio perché incapace di intendere e di volere

La madre, stando al ricorso presentato, avrebbe dovuto sorvegliare il figlio incapace. 

Exit mobile version