Jesi: nuova viabilità in via Setificio, l’assessore Napolitano: «Un suggerimento che non abbiamo approfondito»

L'assessore alla mobilità assicura che non è stata fatta alcuna valutazione su revisioni viarie nel quartiere di San Giuseppe. «Ovviamente coinvolgeremo la cittadinanza», garantisce

Cinzia Napolitano
L'assessora all'ambiente Cinzia Napolitano

JESI – Inversione del senso di marcia in via Setificio, «solo un suggerimento da parte di coloro che hanno elaborato il piano urbano del traffico». A evidenziarlo è l’assessore alla mobilità, Cinzia Napolitano, alla luce delle indiscrezioni in merito alla possibile modifica viaria del quartiere di San Giuseppe. Un’ipotesi, questa, di cui si parla da tanto tempo, ben prima che arrivasse il sindaco Massimo Bacci.

Gli esperti di viabilità si sono infatti accorti, in più occasioni, che i maggiori intasamenti dell’asse sud sono legati alla difficoltà di attraversare la città da sud a nord non appena passata la zona del campo Boario. Invertire via Setificio, consentirebbe in sostanza di raggiungere rapidamente il viale della Vittoria, per quanti provengono dalla Zipa. C’è inoltre in programma la realizzazione di rotatorie lungo lo stesso viale, al posto dei semafori.

«Sebbene l’inversione di via Setificio sia stata inserita nel piano urbano della mobilità sostenibile, da coloro che lo hanno predisposto, quale suggerimento per migliorare la circolazione – evidenzia l’assessore Napolitano -, non è ancora stata presa alcuna decisione, né è stata studiata. Si è in fase di valutazione delle modifiche complessive. Ad oggi, è un semplice suggerimento, che dovrà essere eventualmente analizzato nel dettaglio, soprattutto considerandone il contesto. Vanno vagliati eventuali vantaggi e svantaggi, nonché l’impatto sul traffico. Chiaramente, coinvolgeremo la cittadinanza su ogni scelta relativa alla viabilità».

Il piano urbano della mobilità sostenibile verrà ovviamente illustrato alla cittadinanza, qualora dovesse essere attuato integralmente o quasi. La priorità, ora, è la rotatoria definitiva di via Ancona. Realizzata quella, in estate, si inizierà a ragionare su tutto il resto.