Jesi, nuova viabilità nel quartiere di San Giuseppe

La giunta Bacci sta lavorando ad alcune modifiche alla circolazione che rivoluzionerebbero la percorrenza del rione popolare a ridosso delle mura, e non solo, con l'obiettivo di fluidificare il traffico

Via Setificio

JESI – Inversione del senso di marcia di via Setificio e rotatorie lungo viale della Vittoria, al posto dei semafori. È la modifica viaria su cui sta lavorando, in questi giorni, l’amministrazione comunale. Il sindaco Massimo Bacci lo ha anticipato martedì 28 maggio in consiglio comunale, a seguito delle risultanze del nuovo piano urbano del traffico, non ancora presentato ufficialmente in consiglio comunale.

L’obiettivo è quello di fluidificare la circolazione nella zona sud della città. Si valuta pertanto di far percorrere via Setificio da via XXIV Maggio a via Garibaldi, obbligando in fondo la svolta a sinistra per procedere verso la “salita del borgo”, o il viale della Vittoria. Secondo i tecnici, ciò consentirebbe di ridurre gli intasamenti negli orari di punta, consentendo sostanzialmente di attraversare Jesi da sud a nord, per quanti provengono dalla Zipa, senza dover raggiungere via Valche e il centro commerciale Arcobaleno. Altra finalità della modifica è legata all’esigenza di diminuire le auto in circolazione lungo via San Giuseppe, dove vi sono le scuole e sta sorgendo la torre Erap.

Si pensa inoltre di sostituire i semafori di viale della Vittoria con rotatorie. L’intervento potrebbe essere fatto in poco tempo, utilizzando segnaletica provvisoria, ma se ne riparla probabilmente a settembre. Prima, infatti, l’amministrazione vuole rendere definitiva la rotatoria di via Ancona, in prossimità dell’hotel Federico II.

Accantonato al momento, per carenza di fondi, il progetto asse Nord, vale a dire la strada di collegamento fra viale del Lavoro e l’area della casa di riposo o, nell’alternativa ancora più costosa, l’ospedale Carlo Urbani. Nulla è previsto nemmeno per l’asse Sud, dove obiettivamente è anche più difficile intervenire. La rivoluzione della viabilità andrà di pari passo, presumibilmente, con l’ampliamento degli spazi blu di sosta e la differenziazione delle tariffe.