Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, Nuova Edil System in lutto per la morte dello storico fondatore Antonio Gambini

Aveva 75 anni lo storico imprenditore edile, capostipite di un’azienda che nel corso degli anni ha garantito lavoro e stipendi a tantissimi operai specializzati e alle loro famiglie

La Nuova Edil System fondata da Antonio Gambini

JESI – Lutto alla Nuova Edil System srl, l’impresa edile fondata a Jesi in viale don Minzoni 3/B negli anni ottanta da Antonio Gambini. Lo storico imprenditore edile, capostipite di un’azienda che nel corso degli anni ha garantito lavoro e stipendi a tantissimi operai specializzati e alle loro famiglie, si è spento questa notte (22 ottobre) verso l’una, all’ospedale “Carlo Urbani” dove era ricoverato.

Antonio Gambini

Antonio Gambini aveva 75 anni e combatteva da molto tempo con problematiche al cuore. Ad annunciarlo, con un sms che ha gelato il cuore dei dipendenti, è stato il figlio Danilo anche lui in azienda: “Stanotte Antonio ci ha lasciati per sempre”. Un dolore immenso per un uomo definito da tutti «generoso, altruista, molto umano che sapeva ascoltare e comprendere i problemi dei suoi dipendenti». Gambini è la storia della sua Edil System, l’ha fatta nascere, l’ha sostenuta anche nei momenti di crisi più complessi come nel 2000 quando l’assetto societario è passato da Srl a Spa. Ma lui, Antonio, è sempre rimasto il presidente di quella squadra che affrontava coraggiosamente la crisi dell’edilizia e del mattone. Nel 2012 la Nuova Edil System è tornata srl. Ma ha sempre resistito, come il suo capostipite che combatteva con problemi gravissimi di salute che gli impedivano di essere onnipresente in azienda come aveva sempre fatto.

«Fino a prima della pandemia era il primo ad arrivare, quasi all’alba ed era l’ultimo ad andare via – ricordano i dipendenti –, una persona eccezionale, attaccatissima al lavoro, il vero pilastro di questa realtà. Mancherà a tutti».

Nel corso degli anni, i problemi di salute di Gambini si sono aggravati anche se lui ha cercato di restare attaccato alle sue certezze: i due figli Lory e Danilo (entrambi nell’azienda di famiglia), che ha voluto ancora più vicini a sé dopo la scomparsa della moglie Bruna Bilovi (mancata circa 30 anni fa), e la sua azienda. In passato era stato anche socio del Rotary club di Jesi, salvo poi dover lasciare il sodalizio proprio per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

La camera ardente è stata allestita alla Casa del Commiato di Ciccoli e Brunori in via don Battistoni a Jesi, sarà possibile rendergli omaggio dalle ore 8,30 di sabato 23 ottobre.
I funerali saranno celebrati domenica (24 ottobre) alle 9 nella chiesa di San Massimiliano Kolbe. La tumulazione nel cimitero comunale di Santa Maria Nuova.

© riproduzione riservata