Jesi, ecco il Roy Rebel Festival in piazza della Repubblica

Sul palco, con il finalista di Sanremo Rock Andrea Belfiori e la sua band, Cesareo degli Elio e le Storie Tese, il chitarrista di Pelù e Nannini Giacomo Castellano, il leader delle Custodie Cautelari, Ettore Diliberto. E sabato 29 giugno, gran finale, con The Catfishers e The Uppercuts

La presentazione del Roy Rebel Festival: da sinistra Luca Butini, Gianluca Baioni, Andrea Belfiori, Lara Gentilucci, Michele Mancini

JESI – Rock e musica in piazza della Repubblica a Jesi dove approda nelle serate di domani, venerdì 28 giugno, e sabato 29 la novità del Roy Rebel Festival (ore 21, ingresso libero). Sul palco, con il giovane cantante marchigiano Andrea Belfiori, finalista di Sanremo Rock, ci saranno la sua band e nomi del grande panorama nazionale come Cesareo, storico chitarrista degli Elio e le Storie Tese, il chitarrista di Piero Pelù e Gianna Nannini, Giacomo Castellano, il leader delle Custodie Cautelari e ideatore della “Notte delle Chitarre”, Ettore Diliberto. Sabato 29 invece sotto con rockabilly e country, fra i The Catfishers e i The Uppercuts. A condurre entrambe le serate, Lara Gentilucci.

Roy Rebel è un marchio tutto marchigiano e made in Vallesina, ideato dai fratelli Gianluca e Gabriele Baioni della Center Gomma che con il “Cummis”, prodotto da loro inventato e basato sulla combinazione di vari materiali di gomma e pneumatici riciclati, hanno iniziato la produzione in particolare di una linea di borse per moto e il lifestyle quotidiano. Una inventività marchigiana trasposta nella vicinanza alla musica e al territorio: dopo aver supportato l’avventura di Andrea Belfiori, ecco il Roy Rebel Festival.

C’è il sindaco Massimo Bacci a salutare l’iniziativa. «Per un plauso- spiega Bacci- ad una esperienza imprenditoriale da portare a esempio in un momento così complesso per il territorio: imprenditori di seconda generazione che riescono a rinnovare e far crescere l’azienda, non è così diffuso, e restano figure di riferimento». Fa notare l’assessore alla cultura Luca Butini: «Bello il doppio segno sotto cui nasce questo festival: la musica e l’eco sostenibilità, con un prodotto che recupera e dà nuova vita ai materiali».

Nella band con Belfiori, Mike Coacci alle chitarre, il chitarrista Lorenzo Ricci, Luca Cetroni alla batteria e Gianmarco Petti a basso e voce, per un live fra classici del rock e anteprime del nuovo album del cantante entrato nei sedici (fra 3 mila al via) e nella compilation del concorso sanremese. «Per la seconda serata- dice Gianluca Baioni– abbiamo voluto dare un taglio differente e sarà divertente vedere ballare in piazza, quasi un anticipo di Jamboree».