Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Mozzanica amara

Jesina femminile sconfitta 2-0 in trasferta, dopo una resistenza durata circa un’ora. Le lombarde vincono con un uno-due fra il 58’ e il 59’. Sabato prossimo scontro diretto per la salvezza

Grande parata di Emma Guidi nella partita contro la Fiorentina
Grande parata di Emma Guidi nella partita contro la Fiorentina

JESI – Ancora uno stop per la Jesina Calcio femminile nel campionato di serie A. In casa delle bergamasche del Mozzanica, ostica formazione che aggancia coi tre punti la terza piazza in classifica, le leoncelle cedono per 2 reti a 0, capitolando solo alla metà della ripresa in virtù del micidiale uno-due che le padrone di casa mettono a segno al 58’ e al 59’, con la nuova entrata Baldi e poi con Pirone.

Un vero peccato per le ragazze di mister Giovanni Trillini, che erano riuscite a reggere per circa un’ora reagendo agli ultimi pesanti stop incassati con le big Verona e Fiorentina. I risultati di giornata portano le leoncelle a perdere ancora un punto dal terzultimo posto della classifica che significa evitare la retrocessione diretta e agganciare i playout: il San Zaccaria impatta infatti col Tavagnacco (2-2) e appaia a quota 11 punti il Chieti, sconfitto in casa (1-2) da Cuneo. Scivola dunque a meno 8 l’ultima posizione della Jesina, che ha 3 punti. Sabato prossimo al Carotti arriva il San Bernardo Luserna, penultimo con 9 punti: probabilmente l’ultima occasione per riaprire il discorso salvezza. In testa alla graduatoria si conferma di un altro pianeta la Fiorentina: successo 0-5 sul campo della terza forza del torneo Verona e vittoria numero 14 su altrettante partite per la capolista a punteggio pieno.