Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Movida alcolica a Jesi e Chiaravalle, interventi dei Carabinieri per risse e feriti

A Chiaravalle un ragazzo è rimasto ferito in una rissa, a Jesi un altro è stato aggredito per essere derubato del portafogli

Nel riquadro il capitano della Comapgnia di Jesi Simone Vergari

JESI- È stato un weekend piuttosto movimentato quello appena trascorso a Jesi e in Vallesina, con moltissimi giovani che si sono riversati in giro, tra sballo, alcol ed eccessi. La Compagnia Carabinieri di Jesi – nell’ambito sei servizi di controllo del territorio mirati alla prevenzione e repressione dei reati – ha disposto un accurato dispositivo su tutto il territorio con l’impiego di 7 pattuglie e 14 carabinieri. Decine gli interventi gestiti dall’Arma territoriale e centinaia le chiamate al centralino del 112 nella notte da parte dei residenti del centro storico di Jesi, allarmati da schiamazzi, urla e rumori molesti nel cuore della notte.

Le pattuglie, coordinate sul posto dal Comandante della Compagnia di Jesi il capitano Simone Vergari, hanno fronteggiato interventi per risse dovute ad accessi alcolici. A Chiaravalle un giovane è rimasto ferito durante una rissa. A Jesi si è registrato anche un tentativo di rapina, con quattro persone che volevano rubare il portafogli a un ragazzo e per farlo, una gli ha messo le mani al collo.

I militari, non senza difficoltà per via del numero spropositato di persone riversate in centro, ubriache e fuori controllo, hanno comunque gestito da soli l’ordine pubblico e ristabilito l’ordine di un weekend, l’ennesimo, in cui il centro storico di Jesi così come quello di Chiaravalle, si sono trasformati in bolge infernali. Il bilancio del dispositivo di sicurezza è di 115 persone identificate, diverse le sanzioni elevate per violazioni al codice della strada in ordine alla guida in stato d’ebbrezza.

Sono scattati anche i controlli sulle normative anti-Covid e il loro rispetto da parte dei ristoratori e gestori di locali. La presenza delle gazzelle dell’Arma con i lampeggianti accesi ha permesso di contenere e attenuare il chiasso segnalato e di fungere da deterrente per chi volesse continuare a fare danni. I controlli continueranno assiduamente anche nei prossimi giorni.

Exit mobile version