Monsano Volley, pronte per la Prima Divisione

Presentata e salutata in Comune dal sindaco Roberto Campelli e dall'assessore allo sport Roberto Rossetti la formazione di Loretta Carletti, alla seconda promozione in quattro anni. Il nodo impianti

La presentazione in Comune della Polisportiva Monsano Volley

MONSANO – Presentazione in Comune per la Polisportiva Monsano Volley, attesa al via dell’avventura nel nuovo campionato femminile di Prima Divisione. «Grazie alle ragazze per il loro impegno nell’attività sportiva, fatta con una passione che è nel Dna- è stato il saluto alla squadra del sindaco Roberto Campelli– come amministrazione, da parte nostra o di chi dovesse succederci, speriamo di riuscire a chiudere il cerchio per quanto riguarda il miglioramento degli impianti sportivi». Vicenda che in particolare lo scorso anno aveva condotto a qualche tensione. Dice Loretta Carletti, tecnica delle atlete: «Siamo orgogliosi come società e squadra di non aver mollato. Il rammarico è per i problemi all’attività delle più piccole. Quanto alla squadra, questo è un gruppo bello, tecnicamente e per impegno. Ci stiamo amalgamando, in vista di un campionato di livello più alto dello scorso. Obiettivo restare in Prima Divisione».

Alcune delle ragazze della Polisportiva Monsano Volley nella sala consiliare.

Sono Giulia Abate, Elisa Ambrosini, Elisa Bascelli, Giulia Bastari, Camilla Brunelli, Beatrice Carbonari, Gioia Cardinali, Lisa Cardinali, Mara De Nicolo, Eleonora Duca, Giulia Giacani, Simona Mancini, Maria Vittoria Marescia, Fabienne Yapi le ragazze che compongono la squadra. «Sono contenta di essere tornata a casa, siamo bella famiglia» dice un elemento simbolo come Beatrice Carbonari.

A sinistra l’assessore allo sport Roberto Rossetti e, a destra, il sindaco Roberto Campelli

Il volley femminile a Monsano è stato presente fino alla fine degli anni ‘80, quando è confluito nella Pieralisi di Jesi per mancanza di strutture adeguate in paese. Si è poi ricostituito nel 2014, sempre nell’ambito della Polisportiva locale, per iniziativa di Cesare Carbonari e Loretta Carletti, già docente di scienze motorie, giocatrice di pallavolo e tecnico di terzo grado. L’iniziativa è stata accolta con favore e partecipazione tanto che in quattro anni si sono concretizzate ben due promozioni, dalla Terza alla Prima divisione. Inoltre, attorno alla prima squadra, si stava sviluppando un buon settore giovanile ed era stata iscritta al campionato un’altra formazione minore per accogliere le richieste crescenti di pallavolo.

Purtroppo dallo scorso anno il volley Monsano non dispone più di un suo spazio in paese ed è stata costretta a ridimensionarsi e domiciliarsi, si spera temporaneamente, nella vicina Monte San Vito, dove si allena, disputa le partite di campionato e sta tentando di ricostituire il settore giovanile. Ma l’attività rimane sostenuta: a giugno è stata organizzata la solita manifestazione di “Palla Pazza in Paradise” e poi tornei e gare amichevoli in preparazione del torneo, che inizierà alla fine di ottobre.

Dice il vice sindaco e assessore allo sport Roberto Rossetti: «Siamo contenti di questa presentazione in Comune, siamo una piccola comunità che ha bisogno di condivisione fra amministrazione e realtà sportive. Da tanti anni a Monsano non c’era più la pallavolo ma se ne sentiva l’esigenza. Grazie a Vincenzo carbonari e Loretta Carletti per aver rifondato da 5 anni la società e il lavoro fatto. Speriamo di riuscire a supportare questa e altre società sotto il profilo degli impianti». Porta il suo saluto anche Romano Piattella, presidente della Polisportiva.

Il supporto tecnico alle atlete è affidato a Loretta Carletti, Massimo Cinti e Beatrice Carbonari e a livello dirigenziale collaborano Cesare Carbonari, Marco Veschetti, Marcello Peverieri, Oriano Ciccarelli, Romano Zenobi e altri volontari. Il sostegno finanziario è assicurato dal Paradise, Ceresoli Stampi, LPS lucidatura stampi, Treemme… e da quello morale e partecipativo dell’AVIS, che figura sulle maglie da gioco e già può contare su un’atleta donatrice.