Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

“Marcheducate”: a Jesi si parla di sicurezza stradale coi piloti e Susanna Messaggio

Appuntamento il 7 maggio per l'evento formativo promosso dall'associazione Motomorphosis presieduta da Andrea Ducati, in collaborazione con Confapi Industria Ancona e col coinvolgimento delle forze dell'ordine

Marcheducate, da sinistra Andrea Ducati, Ugo Coltorti, Mauro Barchiesi, Michele Montecchiani

JESI – Un migliaio di studenti, degli istituti superiori Leonardo da Vinci, Galilei, Vittorio Emanuele II e Cuppari di Jesi, riuniti al PalaTriccoli per parlare con loro di educazione e sicurezza stradale, legalità e responsabilità sociale. Poi, aperto a tutti nel pomeriggio, lo spazio per conoscere la mobilità del futuro, con possibilità di testare e provare monopattini e motorini elettrici e l’esposizione di moto artistiche. È il programma, il 7 maggio prossimo, dell’evento “Marcheducate”, promosso dall’associazione Motomorphosis, in collaborazione con la Confapi Industria Ancona. A condurre l’evento sul palco del palas, insieme ad Andrea & Michele di Radio Deejay, il popolare volto tv e della comunicazione di Susanna Messaggio. «Una festa per me tornare nelle Marche, terra che amo e che dà luce positiva – dice, in collegamento video con la sala del Consiglio comunale, la conduttrice – con la formula dello spettacolo, arriveremo ai giovani per trasmettere loro l’importanza della buona educazione, del rispetto, del volersi bene».

Il PalaTriccoli

Il format è promosso dall’associazione Motomorphosis presieduta da Andrea Ducati: «Dopo Genova e in vista degli appuntamenti di Bari e Napoli, portiamo questa formula ludico- educativa, nata nel 2009, nelle Marche. Discuteremo di senso civico e esempi virtuosi di vita quotidiana, coinvolgendo anche i ragazzi nel “disegno” di prototipi ideali di moto, che poi vengono di volta in volta esposte in occasione degli eventi».

Interverranno con gli studenti al mattino, anche il Primo Dirigente della polizia e funzionario addetto della Sezione polizia stradale di Ancona, Monica Grazioso; il commissario di polizia e funzionario addetto della Sezione polizia stradale di Ancona, Stefano Ortolani; il comandante della Compagnia carabinieri di Jesi, Simone Vergari. E poi nomi illustri dal mondo delle moto: piloti come Michele Pirro, collaudatore della MotoGp Ducati e già campione Italiano Superstock 1000, Supersport 600 e Superbike e (nel pomeriggio) Valentino Sponga, campione Italiano e europeo minimoto e pilota Aprilia sport Production classe 250; l’executive director & happiness manager del Team LCR Honda MotoGp, Fabio Alberti.

Accompagnato dal direttore Michele Montecchiani, apprezza il presidente Confapi Ancona, Mauro Barchiesi: «Dopo 2 anni di pandemia tanto pesanti per i più giovani, ancora più importante una occasione per parlare con loro di sicurezza stradale e rispetto degli altri». Per l’assessore allo sport, Ugo Coltorti: «Educare divertendo è la formula giusta e che mi ha subito attratto».

L’evento è anche inserito nell’ambito delle iniziative collaterali al prossimo arrivo in città del Giro d’Italia.