Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

“Mani in pasta”: gli auguri di Tre Valli Cooperlat alla Lega del Filo d’Oro

Le due realtà sono partner nel progetto Alimentiamo la vita Insieme, per aiutare bambini sordociechi nell’affrontare le difficoltà legate alla nutrizione. In questi giorni la cooking experience nell’attesa delle Feste

JESI – Sostenere le realtà e le iniziative più meritorie: il dna di TreValli Cooperlat, da molti anni percorre questa via maestra, dimostrando la propria vicinanza a chi offre un sostegno di rilevante importanza sociale ai soggetti  più ‘esposti’ del proprio territorio. Rientra in questo solco il rapporto creato con la Lega del Filo d’Oro, insieme alla quale, da anni, l’azienda cooperativa marchigiana ha costruito un progetto di notevole respiro e lungimiranza, ‘Alimentiamo la Vita Insieme’, nato con l’obiettivo di aiutare bambini e bambine sordociechi nell’affrontare le difficoltà legate alla nutrizione. Il Covid non ha impedito lo svolgersi di alcune attività di rilievo come il laboratorio “Mani in Pasta”, organizzato in questi giorni nella cucina didattica, nel Centro Nazionale della “Lega”, in una situazione di massima sicurezza. Una sorta di ‘Regalo di Natale’ ed insieme un’Auguri’ dal profondo del cuore inviato da TreValli Cooperlat alla Lega del Filo d’Oro che taglia il traguardo del 56° anno di età.

«Sono lieto, a nome dell’azienda Cooperlat TreValli, di esprimere un augurio speciale al Presidente della Lega del Filo d’Oro Rossano Bartoli ed a tutto il suo staff, per questo Anniversario, raggiunto con la costanza e la professionalità dimostrate anche in questo periodo così duro e complicato.  Sono fermamente convinto della validità di collaborazioni come questa per il bene delle persone più fragili e della comunità.  E’ questo il motivo per cui abbiamo abbracciato la collaborazione con la Lega, ormai per il quinto anno consecutivo. Auspichiamo di poterlo fare con una collaborazione costruttiva per entrambe le realtà, più che mai ora, in questo periodo così complesso», ha dichiarato Pietro Cotellessa, Presidente di TreValli Cooperlat.

«In un anno così duro per tutti, segnato dall’emergenza Covid-19, anche il Natale assume un significato diverso. La nostra fondatrice diceva sempre di “andare avanti con buon coraggio, senza mai tirarsi indietro” e così continuiamo a fare da 56 anni a questa parte e ancor di più oggi. Da oltre 5 anni Cooperlat è al nostro fianco dimostrando concreta vicinanza alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e alle loro famiglie. Ci fa molto piacere che una realtà così importante sul territorio abbia scelto di rinnovare il suo impegno nell’ambito della responsabilità sociale sostenendo la nostra Associazione ed esprimiamo un sentito ringraziamento per questa importante partnership» dichiara Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro.  

In coincidenza quindi con il Natale e con il compleanno, TreValli ha così voluto contribuire fattivamente alla realizzazione della cooking experience offrendo alcuni dei propri prodotti utili alla preparazione di una torta da parte di ragazzi e ragazze della “Lega”. I quali, idealmente, hanno vestito il cappello cilindrico dello chef pronti a creare una prelibatezza tutta da gustare, una raffinatezza dolciaria per tutti i palati, la cui realizzazione ha acquisito il duplice valore, sociale e psicologico, di veder compiuta una magnifica torta costruita con le proprie mani.

Un piccolo grande evento, quindi, il laboratorio “Mani in pasta”, frutto dello storico asse TreValli Cooperlat e Lega del Filo d’Oro, che ha riempito l’attesa di questo Natale così difficile con un momento di gioia condivisa e di speranza per un futuro con più sorrisi di quanti se ne riescano a regalare oggi per l’emergenza in atto.   

Exit mobile version