Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Malore fatale in casa, addio alla giornalista e grafica Paola Ponzetti

L'ultimo saluto giovedì 25 novembre alle ore 15 nella chiesa di San Giuseppe

Paola Ponzetti

JESIUn malore improvviso, fatale. Neanche il tempo di chiamare aiuto, o di arrivare al telefono cellulare per comporre il 112. Non c’è stato purtroppo nulla da fare per Paola Ponzetti, 57 anni, giornalista e grafica. La professionista si è spenta ieri 23 novembre nel suo appartamento nel quartiere San Giuseppe, dove abitava da sola. A trovarla, quando era ormai dannatamente tardi, è stato il fratello Gianni che non riusciva a mettersi in contatto con lei. Si è insospettito, l’ha raggiunta a casa trovandola ormai esanime. Inutile ogni tentativo di soccorso, il suo grande cuore gentile aveva smesso di battere. Sgomento tra gli amici, i conoscenti e i collaboratori.

Titolare dello studio grafico “Punto e Virgola” specializzato in servizi per l’editoria, grafica, pubblicità e uffici stampa, Paola era una professionista seria e puntuale, molto discreta e precisa. Aveva collaborato per diversi anni con il Gruppo Editoriale Gei che edita il periodico “Jesi e la sua Valle”, curandone l’aspetto grafico. Un pilastro per il gruppo, tanto che oggi a Jesi e la sua Valle è un giorno di profonda tristezza. I colleghi hanno partecipato al dolore della famiglia con un manifesto, salutando Paola con tanto dolore nel cuore. Amante della natura e degli animali, Paola amava fare lunghe passeggiate nel verde in compagnia di pochi amici. Persona discreta e dall’animo gentile, si teneva lontana dagli eventi mondani, di cui magari curava gli aspetti promozionali ma senza stare mai sotto i riflettori. Aveva un carattere mite, silenzioso e proprio nel silenzio se n’è andata via, in punta di piedi come ha sempre vissuto.

La salma è stata composta alla Casa del Commiato “Ciccoli e Brunori” di via don Battistoni alla Zipa, oggi pomeriggio sarà aperta la camera ardente. L’ultimo addio domani, giovedì 25 novembre. I funerali saranno celebrati nella chiesa di San Giuseppe alle ore 15, poi il feretro muoverà verso il crematorio di Fano. Le ceneri saranno poi tumulate nella tomba di famiglia accanto ai genitori, mancati alcuni anni fa. Paola lascia nel dolore il fratello Gianni, la cognata, i nipoti, gli amici e i suoi collaboratori. La famiglia ha promosso una raccolta fondi durante la cerimonia funebre, da devolvere alla Lega del Filo d’oro di Osimo in ricordo di Paola.

© riproduzione riservata