Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Giornata della Legalità: un incontro, a Monsano, sulla Criminalità organizzata nelle Marche

Il gruppo di Agende Rosse di Ancona e provincia, l’Arci di Jesi e Fabriano e L’Ortolibreria di Jesi approfondiranno i fenomeni criminosi in piazza

Il libro di Sara Malaspina che sarà presentato a Monsano

MONSANO – Un libro per riflettere insieme. Domenica 23 maggio si celebrerà la 19ª Giornata Nazionale della Legalità istituita nel 2002 per rendere onore alle undici vittime delle stragi del 1992 (Capaci e via D’Amelio). E sempre domenica sarà presentato il volume di Sara Malaspina “La criminalità organizzata nelle Marche”. Appuntamento in piazza Caduti a Monsano, alle 17.30. Ad organizzare l’iniziativa il gruppo di Agende Rosse di Ancona e provincia, l’Arci di Jesi e Fabriano e L’Ortolibreria di Jesi. Tra i presenti oltre all’autrice, il giudice Piergiorgio Morosini, in collegamento da Palermo.

Anche nelle Marche si sono insinuate da tempo in modo silente le mafie di ogni tipo e provenienza. «L’isola felix non c’è. È un dato di fatto: La criminalità si è infiltrata», spiega Sara Malaspina nella sua dettagliata analisi in merito alla presenza della criminalità organizzata nel tessuto socioeconomico marchigiano.

«Nel 29° anniversario, in debito ancora di verità e giustizia, non vogliamo limitarci a fare memoria di 9 uomini e 2 donne uccisi/e per aver compiuto fino in fondo il proprio dovere di fedeli servitori/trici dello Stato. In memoria di tanta ingiustizia, desideriamo comprendere, conoscere e riconoscere le dinamiche della criminalità organizzata, che in quanto “fenomeno umano ha una principio ma anche una fine” (G. Falcone). E lo avrà se tutti insieme – cittadini, forze politiche, pubbliche amministrazioni, forze sociali, economiche – ci renderemo consapevoli che l’illegalità scelta e praticata dai poteri criminali è una gravissima sottrazione di democrazia e progresso civile ed economico per la nostra vita e per il Paese», spiegano gli organizzatori.

Il gruppo di Agende Rosse di Ancona e provincia, l’Arci di Jesi e Fabriano e L’Ortolibreria di Jesi sono lieti di affrontare dunque tematiche normalmente sottaciute. «I fenomeni criminosi (droga, traffico di esseri umani, riciclaggio, usura, appalti) non possono più essere sottovalutati, prenderne coscienza è il primo passo verso un cammino collettivo di difesa della legalità», spiegano gli organizzatori che ringraziano l’amministrazione comunale di Monsano per l’accoglienza e la sensibilità dimostrate.