Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Libera Università per Adulti di Jesi: dopo le polemiche si inaugura l’anno accademico

Domenica 17 ottobre nell'Aula Magna della scuola Federico II, con l'intervento del professor Paolo Mengucci, Ordinario di Fisica presso la Facoltà di Ingegneria di Univpm. Dal 27 lezioni all'ex Colocci

La sede dell'Istituto Comprensivo Statale Federico II in piazzale San Savino a Jesi

JESI – Si inaugura domenica prossima 17 ottobre alle ore 10.30, presso l’Aula Magna della Scuola Federico II di piazzale San Savino, il 34esimo anno accademico della Libera Università per Adulti di Jesi. Luaj che poi dovrà proseguire le proprie attività, col via alle lezioni dal 27 ottobre, nei locali ex Cuppari e ex Fondazione Colocci di vicolo Angeloni.

Per la cerimonia inaugurale il professor Paolo Mengucci – Ordinario di Fisica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche – terrà una prolusione sul tema: “Vocazione interdisciplinare della Scienza”.

Gabriele Fava
Gabriele Fava

«Siamo particolarmente impazienti di ricominciare – dice il presidente Luaj, professor Gabriele Fava – riattivare le lezioni in presenza significa poter ricreare quel rapporto insostituibile di condivisione tra docenti e studenti che di fatto è il cuore pulsante della nostra attività. Anche quest’anno il nostro impegno didattico sarà guidato dall’amore per la cultura e per la città di Jesi. Non vediamo l’ora di ritrovare i nostri iscritti. Buon inizio a tutti».

La Luaj è aperta, senza distinzione di razza, sesso, professione politica o religiosa, a quanti, superato il 18° anno, intendano valorizzare la propria istruzione e le proprie competenze con la conoscenza delle più varie discipline, da quelle umanistiche a quelle scientifiche, dall’economia ai laboratori. Il corpo insegnante è formato da docenti di scuola e da professionisti che, al pari dei componenti del direttivo e dei tecnici, prestano la loro attività gratuitamente (tel. 0731/202300 – luaj@libero.it).

Nelle scorse settimane aveva fatto discutere il forzato trasloco della Luaj una volta persa la sede storica dell’ex circoscrizione San Francesco, dove si è trasferito il centro vaccinale. Una soluzione, quest’ultima, che avrà valore fino a fine anno: nel frattempo, è stata avviata dall’Asur una indagine esplorativa di mercato per individuare, da inizio 2022, una nuova sistemazione per il punto vaccinale. Necessari locali fra i 250 e i 300 mq idonei ad accogliere dieci operatori e i relativi servizi.