Leoncelle, pari di rabbia

Due rigori per parte nel 2-2 fra Jesina femminile e Luserna, scontro diretto fra le ultime due in classifica in serie A. La squadra di mister Trillini acciuffata all'83', in classifica restano a +6 le avversarie

JESI – Due rigori per parte disegnano il pari in diretta tv fra le due ultime in classifica nel campionato di calcio femminile di serie A. Finisce 2-2 fra Jesina e San Bernardo Luserna e le leoncelle schiumano rabbia per un successo che vedono svanire a 8’ dalla fine e un pari che riduce ancora le speranze salvezza della formazione di mister Giovanni Trillini. Eppure quella della Jesina è una prova gagliarda, che regala il ritorno ad un risultato positivo che mancava dal 17 dicembre scorso (l’unica vittoria, sul Como) e i primi gol dell’anno solare, visto che nelle quattro gare del 2017 le leoncelle non erano ancora riuscite ad andare a segno.

Gara subito in salita per la Jesina, che va sotto dopo 2’ quando Cuciniello atterra in area Pinna e quest’ultima trasforma il penalty. La rimonta delle padrone di casa arriva con due rigori conquistati da Monterubbiano, messa giù in area da Tosetto al 24’ e autrice del cross su cui Greppi fa fallo di mano nei sedici metri al 31’: in entrambi i casi, Polli non perdona dagli undici metri, 2-1. Ispirate da piedi buoni e verve di Catena e trascinate dalla velocità di Monterubbiano, le leoncelle continuano a macinare gioco e occasioni anche di fronte alle maniere ruvide delle lombarde: Polli finisce fuori per un colpo alla testa a fine tempo e poi rientra, nella ripresa Jesina per alcuni minuti in dieci e poi anche in nove per gli infortuni a Monterubbiano, che esce al 70’, e Zambonelli, che rientra con fasciatura al capo. Jesi recrimina per il gol annullato per fuorigioco a Cuciniello, per il dubbio offside che ferma Catena lanciata a rete, per un terzo rigore non concesso per un fallo di mano evidente di Tudisco. All’83’ la beffa: ancora Pinna entra in area e subisce il fallo di De Sanctis, ancora Pinna del dischetto fa 2-2.

In classifica Jesina a quota 4 punti ma resta di 6 lunghezze il distacco dal San Bernardo. Il pari permette di accorciare e portarsi a meno 7 dalla zona playout del Chieti terzultimo, sconfitto dalla Fiorentina. Ora la sosta, si torna in campo l’11 marzo a Brescia.

Jesina – San Bernardo Luserna: 2-2

Jesina: Guidi, Cuciniello, De Sanctis, Picchiò, Alunno, Vagnini (15’ st Porcarelli), Zambonelli, Scarponi (30’ st Becci), Polli, Catena, Monterubbiano (25’ st Battistoni). All. Trillini

San Bernardo Luserna: Russo, Tosetto (30’ st Archinà), Greppi, Tudisco, Prencipe (46’ st Chiappino), Vivrito, Mazzucchetti, Ippolito (23’ st Scarpelli), Pisano, Cama, Pinna. All. Miniati

Arbitro: Casalini di Pontedera

Reti: 2’ Pinna (rig.), 24’ Polli (rig.), 32’ Polli (rig.), 37’ st Pinna (rig.)