Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

La “zona rossa” Parco del Vallato-Via del Molino, Silvia Gregori: «È tempo di interventi immediati»

«I residenti soffrono questa situazione da troppi anni: spaccio, degrado, sporcizia, schiamazzi. Occorre mettere un freno e ridare sicurezza con i fatti» sostiene la consigliera leghista dopo un video che documenta l'ennesimo sabato "caldo"

Una immagine ripresa dal video di un residente di via del Molino, di notte schiamazzi e non solo
Una immagine ripresa dal video di un residente di via del Molino, di notte schiamazzi e non solo

JESI – «ll comitato Parco del Vallato – Via del Molino istituito i primi di gennaio scorso e del quale faccio parte come consigliera ha come scopo proprio la sicurezza e certo in questo momento, viste anche le ultime testimonianze di chi ci abita, ce n’è davvero bisogno».

Silvia Gregori
Silvia Gregori
Silvia Gregori, consigliera comunale leghista, fa il punto di una situazione che settimana dopo settimana sta degenerando in quella “zona rossa” nella quale se ne vedono di tutti i colori: dal vandalismo a situazioni di degrado procurato, a urla schiamazzimusica a tutto volume in piena nottespaccioubriacature moleste e tutto il resto del repertorio.

Tra residenti e Comune un ponte di collegamento per cercare di mettere mano alla situazione era stato gettato proprio con la costituzione del neo Comitato, presieduto da Damiamo Paoletti.

Comitato parco vallato
La presentazione del comitato Parco del Vallato – Via del Molino: Massimo Mansi, Fiorenzo Beldomenico, Damiano Paoletti, Silvia Gregori
Sul tappeto l’emergenza che i residenti di quella zona  stanno vivendo da tempo, zona soggetta, specialmente nei fine settimana, a ogni sorta di “casino”.

Un residente, proprio in queste ultime ore, ha documentato in un video una serata di fine settimana come tante, lanciandolo poi sulla rete, tanto per “far vedere” quello che sta diventando consuetudine.

 «Abbiamo chiesto al Sindaco – spiega ancora la consigliera – misure precise da parte dell’Amministrazione comunale, come telecamere, controlli serrati e pulizia del parco, che sono in conto ma non in essere e data la situazione di invivibilità soprattutto di chi convive con questo problema da 12 anni mi sembra che ci si stia mettendo troppo».

Silvia Gregori pone l’attenzione sul fatto che «anche se la discoteca, che fa parte del contesto, chiuderà per la pausa estiva, il problema si ripresenterà a settembre, credo quindi che questi mesi siano da utilizzare per pianificare e mettere in campo azioni decise contro lo spaccio imperante, il degrado, la sporcizia, lo stazionamento inopportuno di certi gruppetti, vicino all’impianto di risalita, impertinenti, sgarbati e che spesso regalano troppe attenzioni alle signore. È opportuno che ci sia la presenza di qualcuno che controlli in maniera continuativa».

cestini Parco del Vallato
Parco del Vallato con i cestini divelti da atti di vandalismo
Quello che occorre sono «interventi interforze mirati e guardie cinofile non di giorno ma dopo cena, con la sera, che servano da deterrente per dimostrare che Jesi non è più disposta a sopportare questo sfacelo ma con le forze dell’ordine promuove e mantiene la sicurezza».
«Riguardo a ciò – sostiene ancora –  sono soddisfatta del fatto che l’Amministrazione abbia accolto la mia richiesta di istituire incontri sul tema con la cittadinanza e alla presenza delle diverse forze di polizia, un segnale che indica la via da prendere e la direzione da tenere».