Centro Pagina - cronaca e attualità

HOME REGIONALE

Claudio Baldi Brevetti

La Termoforgia prova a sognare

All’Ubi Bpa Sport Center contro Piacenza la Termoforgia Jesi cerca, domenica alle 18, il pass per sognare in grande nel campionato di A2. Le parole di coach Cagnazzo.

Claudio Baldi Brevetti

JESI – «Piacenza formazione di prim’ordine. A noi il compito di limitare alti e bassi e di impostare la nostra partita sulla difesa. Sappiamo che se difendiamo bene le cose poi ci riescono meglio anche nell’altra metà campo». Damiano Cagnazzo, coach della Termoforgia Aurora Basket Jesi, lancia così i suoi verso la gara clou di domenica (ore 18) all’Ubi Bpa Sport Center. Dopo due successi consecutivi e l’ultima impresa da urlo in casa della blasonata capolista Treviso, ci si aspetta il pienone al palas contro Piacenza, quintetto che in classifica appaia Jesi a quota 20 punti (con una gara in meno) e contro il quale si può tentare di ribaltare la sconfitta di un punto subita nella partita di andata. Coach Cagnazzo predica attenzione: «Se contro di loro pensiamo di basarci sul blocco di un solo giocatore, commettiamo un grosso sbaglio. Sono un collettivo, molto ben assortito e di valore, che sino qui ha pagato forse più di altri il peso degli infortuni. Vengono da un fine settimana in cui non hanno giocato, saranno riposati e carichi. Noi sappiamo che se non diamo il 110% perdiamo contro chiunque. Se invece ci presentiamo con la testa giusta, ce la giochiamo con tutti».

Su sponda Jesi, l’ala Giga Janelidze dice: «Treviso è stata frutto di una grandissima fiducia nei nostri mezzi. Dobbiamo rimanere coi piedi ben piantati a terra, il pubblico giocherà un ruolo fondamentale. Spero che ogni tifoso che era presente nell’ultima in casa con Chieti porti un amico e ci consenta di giocarci la partita davanti ad una eccezionale cornice». Da parte Piacenza, Stefano Borsato è l’ex di giornata: «Jesi è una squadra imprevedibile allenata da un coach che ritengo di livello alto e conosco bene. In casa loro, ora che sono in un buon momento dopo Treviso, non sarà affatto scontato portare a casa il risultato. Noi siamo stati penalizzati dagli infortuni ma fanno parte del nostro sport e non ci faremo condizionare».

Arbitri della gara saranno Caforio, Pierantozzi e Mottola. L’Aurora “tifa” per una giornata di grande pubblico e pone nel mirino quota 4 mila spettatori, per mettere in anticipo al sicuro la salvezza e cominciare a sognare qualcosa di più.

Al PalaTriccoli, in occasione della presentazione del match da parte di coach Cagnazzo, la società arancioblù ha anche voluto lanciare “Il Mental Coaching Sportivo”, ebook realizzato da Riccardo Zuccaro, collaboratore dell’Aurora Basket, e la cui prefazione è stata firmata proprio dal tecnico della Termoforgia. Il testo è frutto di studi e lavoro di Zuccaro quale Mental Coach di squadre e atleti ed è scaricabile gratuitamente da iBooks Store di Apple.