Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Kevin Trudo: «Jesina, stiamo uniti»

L'attaccante della Jesina, squalificato, domenica sarà in curva per sostenere da lì i leoncelli impegnati nella delicata sfida alla Sammaurese dopo tre stop consecutivi

JESI – «È il momento di restare tutti uniti». A dirlo è Kevin Trudo, attaccante della Jesina, nel momento più delicato dell’anno per la formazione leoncella, reduce da tre stop di fila e attesa domenica dalla gara casalinga da non fallire contro la Sammaurese, avversaria fra le più in forma del torneo (ore 14,30, stadio Carotti). Per l’occasione Trudo, squalificato, sarà in curva per tifare da lì per i suoi compagni di squadra. «Adesso – dice l’attaccante – dobbiamo essere più che mai uniti, mettendo da parte qualsiasi incomprensione che può essersi creata e stare vicino alla squadra che ha davvero bisogno del suo pubblico. Per questo ho deciso di andare anche io domenica in curva per incitare i miei compagni. So bene cosa significa sentire il tifo della curva quando si è in campo e quanta carica aggiuntiva ti trasmette. Vorrei che insieme a me ci fossero tutti gli ultras, compagni di viaggio di tante partite nelle quali abbiamo sofferto e gioito assieme. È il momento di fare quadrato per questa nostra maglia»

Trudo sconterà domenica contro la Sammaurese il secondo turno dei quattro di squalifica comminati dal giudice sportivo dopo l’espulsione a fine gara con il Romagna Centro. L’attaccante sarà giovedì a Roma per il ricorso che punta a ridurre il numero di giornate fuori dal campo. «Ho forse avuto una reazione istintiva che potevo risparmiarmi – ammette il giocatore – ma che sinceramente non credevo meritasse tanta severità. Ad ogni modo, ora pensiamo solo alla partita contro la Sammaurese, un avversario temibilissimo che è in zona play off. Dobbiamo cambiare verso a questo mese di febbraio che per noi è stato tremendo. La vittoria contro la Vis Pesaro ci aveva dato la giusta carica. Ma poi, per una serie di situazioni incredibili, le successive quattro partite ci hanno condannato ad un solo punto, facendo sfumare qualsiasi obiettivo ambizioso che pure avevamo legittimamente costruito. Ora dobbiamo stare con i piedi per terra, pensare a partita dopo partita e raggiungere al più presto la salvezza. Tutti insieme».

Un piccolo sorriso per la Jesina arriva dall’aggiornamento della graduatoria dei “Giovani D Valore”, iniziativa della Lnd che premia a fine stagione con un contributo economico le società che impiegano il maggior numero di under, oltre gli obblighi di regolamento, del proprio vivaio: l’ultima classifica del girone F vede la Jesina sorpassare il San Nicolò e tornare in testa con 1199 punti, contro i 1185 degli abruzzesi. Terza l’Alfonsine (840), fuori dal podio il Pineto con 828.