Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesina, la Curva bacchetta il Comune

«Nessuna risposta alla richiesta ufficiale di un incontro pubblico, ne prendiamo atto con la consapevolezza del disinteresse generale che c’è intorno alla squadra che rappresenta la città»

«Zero chiarezza e tanta incompetenza ci portano in Eccellenza», il messaggio dei tifosi della Jesina prima dell'interruzione del campionato lo scorso gennaio

JESI – «La Curva prende atto che, a seguito della richiesta ufficiale di un incontro pubblico per avere chiarimenti sulle sorti della Jesina Calcio, presentata in Comune in data 10 luglio scorso, ad oggi, l’amministrazione comunale non ha dato alcuna risposta». Così con una nota i gruppi del tifo leoncello. «Pertanto, da adesso- proseguono- faremo le dovute considerazioni, con la consapevolezza del disinteresse generale che c’è intorno alla squadra che rappresenta la città».

Giancarlo Chiariotti

Era stato già dal giugno scorso – all’indomani del passaggio di mano interno della società di viale Cavallotti da Gianfilippo Mosconi a Giancarlo Chiariotti, che aveva concluso settimane di confusione che avevano visto anche l’intervento in tema Jesina del sindaco Massimo Bacci-  che i sostenitori leoncelli avevano richiesto un incontro congiunto con amministrazione e società, che si è sempre detta disponibile, per fare chiarezza.

Oggi 7 agosto intanto deve sciogliersi il nodo della regolare iscrizione della Jesina al prossimo torneo di Eccellenza regionale, a quanto pare reso più intricato negli ultimi giorni dalla necessità di ricevere dai tesserati della passata stagione le liberatorie quanto al saldo delle pendenze economiche.

La Jesina Calcio al momento ha fissato al 24 agosto la data del via alla preparazione, in vista di un inizio di campionato sulla carta programmato per fine settembre, probabilmente a porte ancora chiuse al pubblico.