Villa Borgognoni: una lettera aperta al Sindaco

Una interpellanza e una mozione porteranno la vicenda dell'immobile jesino di via Crivelli all'attenzione del consiglio comunale di luglio. Intanto Ostello delle Idee ha avviato una raccolta firme

Villa Borgognoni

JESI  – Una lettera aperta al primo cittadino di Jesi, Massimo Bacci, per chiedere che vengano valutati altri spazi in città dove collocare gli uffici dell’Asp.

Proposta da Ostello delle Idee, la lettera è stata condivisa dai tantissimi che nelle scorse settimane hanno firmato l’appello: «Abbiamo la possibilità di rilanciare l’ostello con ben 42 posti letto già esistenti oltre al centro culturale e di integrazione, già da tempo positivamente sperimentati nella struttura – si legge nella lettera – Sappiamo che la struttura comporta ingenti investimenti e noi vorremmo cercare una soluzione per trovare insieme i fondi ed una modalità di partecipazione collettiva per la rinascita dell’Ostello Villa Borgognoni. Comprensibile l’emergenza spazio per gli uffici dell’Asp durante i lavori di restauro della Casa di Riposo». La vicenda sta molto a cuore alle associazioni che per anni hanno vissuto questo spazio (leggi l’articolo).

La struttura aveva già avuto la funzione di Ostello fino a qualche anno, poi chiuso a causa delle difficoltà nel reperire soggetti gestori anche perché i contratti per la gestione duravano pochi  mesi. «Nulla in contrario verso la necessità del trovare una sistemazione adeguata agli uffici – continua la lettera – C’è ancora un po’ di tempo prima dell’inizio dei lavori, per cui si chiede se è possibile valutare altri spazi della città per collocare gli uffici e dare il via al progetto ‘Un ostello per la città’ con un processo più partecipativo possibile, come già altre città italiane hanno avviato. Stiamo attraversando un momento favorevole per lo sviluppo sostenibile del turismo nel nostro territorio, con tante speranze soprattutto verso l’occupazione giovanile».

La minoranza in consiglio comunale a Jesi
La minoranza in consiglio comunale a Jesi

Stasera dalle 18 alle 21 circa, il giardino della Villa ospiterà l’ultimo Eco mercato: i produttori della zona organizzano il tradizionale mercatino targato Genuino Clandestino, e poi la cena con coniglio nostrano in porchetta e alternativa Veg. Come annunciato la vicenda di Villa Borgognoni sarà discussa al prossimo consiglio comunale con una interrogazione firmata dalla consigliera Agnese Satarelli per Jesi in Comune – Laboratorio Sinistra in cui si chiedono quali associazioni verranno trasferite alla Villa (Avulss e Caffè Alzheimer sembrano certe, ndr). Da discutere anche una mozione firmata da Santarelli e Emanuela Marguccio del Partito Democratico in cui si chiede la riconferma della funzione di Ostello di Villa Borgognoni.