Jesi, oltre un milione di euro per demolire il vecchio ospedale

Quantificato il costo per l'abbattimento del nosocomio in disuso di viale della Vittoria. Il Comune stanzierà 130 mila euro, il resto sarà coperto dall'Asur Marche

La sede del vecchio ospedale di viale della Vittoria
La sede del vecchio ospedale di viale della Vittoria

JESI – 1.062.701,87 euro. È la spesa complessiva per la demolizione del vecchio ospedale di viale della Vittoria, con riferimento alla porzione più recente realizzata negli anni 1950 e 1970, oltre ai collegamenti ortogonali e il “corpo” adiacente al “Fatebenefratelli” di Corso Matteotti (che non sarà toccato ndr.). Il Comune, proprietario dell’area al 12%, contribuirà con 128 mila euro. Il resto sarà a carico dell’Asur Marche.

Le ruspe entreranno in azione la prossima primavera e la novità riguarda l’utilizzo dei piazzali come parcheggio a servizio del centro storico, almeno temporaneamente, fino all’approvazione del piano di recupero (che richiederà anni, probabilmente). I  lavori di demolizione e la successiva sistemazione provvisoria dell’area di sosta a uso pubblico saranno eseguiti dall’azienda sanitaria regionale, che svolgerà anche il ruolo di stazione appaltante (in capo ad essa tutti gli adempimenti).

«Volevamo evitare che l’area rimanesse chiusa a tempo indeterminato – ha specificato l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi -. Così potremo utilizzarla con funzionalità pubbliche. Relativamente al progetto di recupero, le previsioni del 2005, in scadenza a gennaio 2020, saranno aggiornate. Noi faremo la nostra parte per incidere in merito, nonostante il Comune detenga circa il 12% della proprietà. Non verrà abbattuto il Fatebenefratelli di Corso Matteotti. Ci sono diverse ipotesi in campo, fra le quali l’utilizzo dell’immobile per l’istituto d’arte e annesso polo per attività culturali».