Un centro del riuso a San Giuseppe

La municipalizzata Jesiservizi realizzerà a supporto dell'attuale Centro Ambiente una struttura dove si potranno portare, e quindi prelevare, gratuitamente beni di consumo da riutilizzare

Centro Ambiente del Campo Boario
L'ingresso del Centro Ambiente del Campo Boario

JESI – Sarà operativo entro l’inverno, imprevisti permettendo, il nuovo Centro del Riuso a supporto del Centro Ambiente del Campo Boario. La municipalizzata Jesiservizi sta infatti ampliando l’area operativa dell’igiene urbana per collocarvi, quale filtro iniziale, una struttura dove si potranno portare, e quindi prelevare, gratuitamente beni di consumo in buono stato d’uso, di conservazione ed igienico che possono essere riutilizzati per lo stesso scopo per cui sono stati creati.

«Ci capitano spesso oggetti che non hanno terminato il proprio ciclo di vita, ma che non servono più ai proprietari, quindi pensiamo che il Centro del Riuso sia un’opportunità per le famiglie meno abbienti. Non solo. Conferire minor materiale in discarica significa risparmiare i soldi della collettività», spiega Salvatore Pisconti, amministratore unico della società pubblica comunale che si occupa, fra le altre cose, della raccolta dei rifiuti -. Abbiamo ovviamente necessità di filtrare questi beni, dunque stiamo ragionando su di una diversa logistica, più agevole per gli operatori ma soprattutto più sicura e pulita per i cittadini che si recheranno nel futuro Centro del Riuso».

Nel contempo, il Centro Ambiente verrà ampliato per migliorarne efficienza e decoro, utilizzando un’area da tempo abbandonata a sé stessa. C’è chi manifesta perplessità sulla scelta del quartiere di San Giuseppe quale centro di gestione dell’igiene urbana. «Nessun aumento dei rifiuti gestiti, né sottrazione di spazi ora a disposizione del quartiere», ci tiene a precisare Pisconti.  «La città produce più o meno la stessa quantità annua da sempre di materiale da riciclare o da destinare alla discarica, ma ora abbiamo la possibilità di occuparcene in un’area operativa più ampia, ben separata, più sicura, più decorosa, più salubre», specifica ancora la Jesiservizi.