Jesi, «un bar al parco del Vallato»

La proposta arriva da Jesi in Comune al fine di ridurre il degrado dell'area verde e riqualificarlo socialmente attraverso iniziative ed eventi

Parco del Vallato
Il Parco del Vallato

JESI – Un esercizio commerciale al parco del Vallato, «che possa costituire un punto di riferimento per gli avventori dell’area verde, ma anche uno strumento per la riqualificazione del luogo dal punto di vista sociale». A proporlo è Samuele Animali di Jesi in Comune. Un’idea, quella lanciata dal consigliere comunale di minoranza, che giovedì 7 novembre in consiglio comunale sarà discussa e messa al voto.

«Il “Parco del vallato” di Jesi – osserva Animali – è considerato da più parti, come riportano gli organi di stampa, “a rischio degrado”. Nonostante gli atti vandalici subiti, grazie all’impegno dell’amministrazione, attualmente appare in condizioni di manutenzione discrete, e grazie al lodevole impegno delle forze dell’ordine la situazione appare essere sotto costante controllo per quanto riguarda il profilo della sicurezza intesa come prevenzione e protezione da atti criminali. L’amministrazione comunale ha già preannunciato da qualche mese ulteriori “interventi di bonifica e diradamento della vegetazione”, anche per agevolare la vigilanza. Permangono peraltro criticità e segni di sciatteria, quali per esempio la presenza di rifiuti e sporcizia nelle zone meno accessibili, scritte sui muri, tombini danneggiati e pericolosi, le bandiere lacere presenti presso la casetta dei camperisti».

L’esponente di opposizione si concentra proprio su quella struttura al centro del parco. «L’associazione dei camperisti – osserva – svolge un’attività sicuramente meritevole dal punto di vista turistico, sociale e culturale, data anche la vicinanza con il parcheggio attrezzato Zannoni, ma non sembra poter garantire l’apertura prolungata dell’immobile e la sua fruibilità durante il giorno. Un presidio più visibile permetterebbe di considerare la questione della sicurezza del parco in un’accezione più ampia e completa, contribuendo a rassicurare i cittadini, agevolando la vigilanza e rappresentando un punto di riferimento per gli operatori di strada».

Animali sollecita inoltre interventi sull’area privata retrostante il parco, nella parte che risulta attualmente incustodita. «Lo sforzo volto ad assicurare un controllo di polizia – è il suo parere – non esaurisce gli interventi a tutela della sicurezza, che abbisognano anche di un presidio di carattere sociale». Chiede pertanto all’amministrazione «di prendere in considerazione la possibilità di utilizzare in tutto o in parte l’immobile comunale esistente presso il parco del vallato per consentire l’apertura di un esercizio commerciale munito di servizi igienici e/o di un piccolo spazio pubblico». Sarà l’aula consiliare a decidere.