Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi: uccise la vicina di casa, assolto Michel Santarelli

Il giovane è stato dichiarato incapace di intendere e di volere al momento del fatto. Riconosciuto il vizio totale di mente

Michel Santarelli

ANCONA – Una perizia psichiatrica disposta dal gip aveva fatto già emergere che Michel Santarelli non era capace di intendere e di volere al momento dei fatti. Questa mattina, giovedì 15 aprile, al tribunale di Ancona, il gup Paola Moscaroli ha prosciolto per vizio totale di mente il 25enne che il 3 luglio scorso uccise la vicina di casa Fiorella Scarponi e ferì gravemente il marito della donna Italo Giuliani, venuto poi a mancare di recente per una malattia.

Il giovane si era introdotto nella loro abitazione di via Saveri, all’alba, entrando da una finestra che aveva rotto. Con un vetro aveva aggredito i coniugi, prima la donna e poi l’uomo. Fiorella, 69 anni, morì per la gravità delle lesioni, Italo, 74 anni, finí ricoverato in ospedale. 

Oggi si procedeva con il giudizio abbreviato, scelto dagli avvocati della difesa Vittoria Sassi e Mauro Buontempi. I familiari dei coniugi erano parte civile con l’avvocato Marina Magistrelli. La perizia che aveva già fatto emergere l’incapacità di intendere e di volere era stata fatta dallo psichiatra Renato Ariatti. Santarelli era accusato di omicidio volontario e tentato omicidio. Dopo la permanenza nel reparto di Psichiatria dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi, era stato trasferito in una Rems dove dovrà rimanere per cinque anni almeno visto che il giudice ha riconosciuto la pericolosità sociale dell’imputato.