Casa del Materasso Jesi
Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Edera Velenosa, uno spettacolo per abbattere i pregiudizi sulla violenza di genere

In scena venerdì 23 marzo ore 21 al Pergolesi lo spettacolo organizzato dal Centro Studi Calamandrei insieme a “Non Una di Meno” sul tema del femminicidio

Gian Franco Berti, presidente del centro Studi Calamandrei e l'assessore alla cultura Luca Butinidurante la presentazione dell'iniziativa
Gian Franco Berti, presidente del centro Studi Calamandrei e l'assessore alla cultura Luca Butinidurante la presentazione dell'iniziativa

JESI – Il teatro come mezzo per parlare di femminicidio con lo spettacolo “Edera velenosa” al Teatro Pergolesi il prossimo 23 marzo, ore 21.

«Soddisfatti o rimborsati – ironizza Gian Franco Berti, presidente del Centro Studi Calamandrei che ha organizzato l’evento insieme a “Non Una di Meno” – Se ben fatto, come in questo caso, il Teatro ha il potere di stanare: stanare le persone per portarle fuori casa, stanarle e metterle davanti a una persona in carne ed ossa che trasmette emozioni, le quali lasciano sicuramente una traccia». “Edera Velenosa” è uno spettacolo prodotto da Proscenio Teatro, su testo di Stefano Tosoni per la regia di Alessandro Rutili e Stefano Tosoni, foto di Gianluca Antonietti, sul palco Venusia Morena Zampalioni.

Venerdì mattina alle 10 la messa in scena per le scuole: «Abbiamo proposto la visione dello spettacolo anche alle scuole medie trovando l’adesione di tutte le terze classi della scuola Savoia di Jesi e della Federico II, della Colocci di San Marcello e della Puglisi di Monsano – spiega l’assessore alla cultura Luca Butini – Saranno circa 250 tra insegnanti e studenti a venire in teatro per lo spettacolo». Edera Velenosa combatte il pregiudizio: che la violenza di genere sia prerogativa delle classi sociali più povere e che riguarda fasce d’età mature. La storia è quella di una coppia giovane «ragazzi che hanno fatto le “scuole giuste” e che hanno i mezzi per capire – spiega Berti – La donna perdona uno schiaffo, lui piange, ma da lì la storia degenera. La protagonista denuncia se stessa, per non aver chiuso con il primo schiaffo». La violenza di genere è spesso sottodimensionata: «Per ogni episodio che viene alla luce, ce ne sono tanti altri che rimangono nell’ombra e per ognuno di questi ce ne sono altrettanti che pure, non emergono» ha evidenziato Serena Gambelli per il Centro Studi Calamandrei.

La biglietteria del Pergolesi è aperta dal mercoledì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30. Presso le diverse sedi di spettacolo la biglietteria sarà aperta da un’ora prima dell’inizio delle rappresentazioni.

agrturismo il gelso fabriano
Sì con te superstore Jesi Il Torrione