Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, spunta una pedana davanti alle Grazie. Scoppia la polemica

Il consigliere del Pd, Andrea Binci: «Un manufatto esteticamente brutto all’ingresso di una chiesa che potrebbe diventare uno scivolo per gli skaters»

Il manufatto delle Grazie

JESI – Una pedana di cinque metri, larghezza un metro, all’ingresso della chiesa delle Grazie, lungo Corso Matteotti. È quanto si sta costruendo a ridosso della nuova piazza Pergolesi. Una scelta che non convince.

«Davanti alla piccola porta della cappellina della Madonna delle Grazie, a lato dell’ingresso principale della Chiesa, si sta realizzando un manufatto esteticamente brutto – segnala il consigliere del Pd, Andrea Binci -. La porticina in questione della Chiesa non viene quasi mai usata per il passaggio dei fedeli, essendovi altre vie d’accesso per coloro che arrivano con la carrozzina».

A detta dell’esponente di opposizione, «una grande pedana lunga cinque metri e larga un metro, in via di costruzione, sarà sicuramente un manufatto incongruente rispetto alla storica facciata della Chiesa, la quale si affaccia sul Corso principale della città. Essa potrebbe pertanto diventare uno scivolo per chi utilizza skateboard, come del resto accade già nella nuova piazza antistante, con tutto quello che ne consegue. Sarebbe quindi più che opportuno interrompere i lavori e ripristinare la situazione precedente».

Attraverso un’interpellanza, Binci chiede proprio di conoscere quali sono le ragioni e le valutazioni di tipo architettonico che hanno portato alla costruzione di questo manufatto.