Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, sfrecciano sugli skate in centro, identificati 4 giovani dalla polizia

È dovuta intervenire la municipale per porre fine alle acrobazie di un gruppetto di spavaldi ragazzini che, incuranti dei rischi, si sono lanciati in una gara di velocità lungo Corso Matteotti. Una bravata che gli costerà cara

Un ragazzo su uno skate (foto di repertorio)

JESI – La “vasca” all’ora dell’aperitivo nei locali del centro, giovedì pomeriggio, è stata letteralmente da brividi. L’happy hour corre sul filo dell’investimento quando il corso principale della città viene scambiato per una pista da spavaldi giovani skaters, che ora passeranno però un bel guaio.

Erano quasi due ore che quei ragazzi – cinque o sei – tutti italiani, alcuni minorenni, sfrecciavano lungo corso Matteotti sui loro coloratissimi skateboards. Gare di velocità tra loro, acrobazie sui gradoni della piazza Pergolesi usata come fosse una rampa e soprattutto, passanti e passeggini schivati pericolosamente come birilli.

Una situazione che ha rischiato di diventare pericolosa, con il rischio di far cadere o travolgere qualcuno. Verso le 19 la sopportazione dei frequentatori del centro si è esaurita e in pochi minuti sono fioccate decine di segnalazioni al centralino della polizia locale, chiedendo un intervento per mettere fine a quella bravata spavalda e incurante delle persone.

Una pattuglia è intervenuta a sirene spiegate: due ragazzi, temendo possibili conseguenze, sono scappati a gambe levate e si sono dileguati all’arrivo degli agenti, che sono comunque riusciti a fermare altri quattro skaters. Li hanno identificati tutti e sono in corso gli accertamenti, al termine dei quali saranno elevate sanzioni amministrative ai sensi del regolamento di polizia urbana. Al vaglio degli agenti anche se i ragazzi indossassero la mascherina, ora obbligatoria dalle ore 18 alle 6 specie nei luoghi dove si creano assembramenti di persone.

Proprio per rinnovare l’invito alla prudenza e ricordare l’obbligo della mascherina, oggi pomeriggio e per tutto il weekend il comandante della Polizia locale Cristian Lupidi trasmetterà in filodiffusione per le vie del centro un messaggio.