Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, scuola Martiri della Libertà: sei mesi per completare i lavori

L’amministrazione ha indicato i termini dell’appalto per portare a termine il cantiere, con l’obiettivo di riaprire il plesso nel mese di settembre 2022

Il sit-in delle famiglie degli alunni della scuola Martiri della Libertà

JESI – Nuove tempistiche per la scuola Martiri della Libertà. Sei mesi per ultimare il cantiere e riaprire il plesso. Obiettivo: settembre 2022. L’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi ha indicato il cronoprogramma in aula consiliare, sollecitato da Agnese Santarelli di Jesi in Comune.

«Abbiamo avuto vicissitudini a non finire – ha ricordato l’esponente di giunta -. Questi eventi, purtroppo, si verificano spesso sugli appalti delle pubbliche amministrazioni, vale a dire ditte che non sono in condizione di portare a termine i lavori in tempi utili. Nel 2021 abbiamo completato le opere infrastrutturali e a giorni partiranno i lavori di efficientamento energetico. Sei i mesi previsti per completare l’appalto. Vi sono tutte le condizioni, insomma, per completare i lavori e riaprire la scuola alla ripresa dell’anno scolastico, nel mese di settembre 2022. Chiaro, potranno esserci imprevisti, ma l’impresa individuata e la tipologia di intervento ci fanno stare relativamente tranquilli. Finalmente, possiamo restituire un plesso in condizioni di sicurezza. Prima non lo era».

«I rappresentanti dei genitori degli alunni e delle alunne della scuola Martiri della Libertà – ha segnalato Agnese Santarelli – hanno, di recente, scritto una lettera all’amministrazione comunale in cui dichiarano che, in relazione alla vicenda della ristrutturazione del plesso di via Asiago, “da anni oramai si sentono presi in giro” e che quindi formalmente chiedono di essere ricevuti quanto prima, di avere chiarimenti rispetto allo stato di avanzamento dei lavori e di essere costantemente informati. Durante il consiglio comunale di maggio scorso, in occasione di una delle tante interrogazioni sul punto presentate dal nostro gruppo, l’assessore Renzi riferiva che il cantiere per le opere strutturali avrebbe terminato a breve, addirittura anticipatamente rispetto ai tempi previsti e sarebbe partito subito quello per l’efficientamento energetico, così da poter consegnare il plesso per dicembre 2021. In occasione della medesima interrogazione il Sindaco aggiungeva che contavano di terminare i lavori per dicembre, ma che, al limite, avrebbero parlato con le famiglie per comunicare che sarebbero potuti ritornare in quella scuola per settembre 2022».

Al momento, dunque, tali tempistiche sono state confermate dall’amministrazione.