Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, metti una mattina a scuola con due Campioni d’Europa: Giannelli e Ricci fra Leopardi e Liceo Scientifico

Simone Giannelli e Fabio Ricci, palleggiatore e centrale del club di Superlega Sir Safety Conad Perugia e della Nazionale Italiana salita lo scorso settembre in Polonia sul gradino più alto del podio agli Europei, in visita ai due istituti

Foto di gruppo per Simone Giannelli e Fabio Ricci con gli studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci

JESI – Due Campioni d’Europa a scuola, per rispondere a domande e curiosità di studentesse e studenti rispettivamente della media “Leopardi” e del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” e, ovviamente, giocare con loro. Il campo, quello di pallavolo: è qui che si sono ritrovati Simone Giannelli e Fabio Ricci, rispettivamente palleggiatore e centrale del club di Superlega Sir Safety Conad Perugia e della Nazionale Italiana salita lo scorso settembre in Polonia sul gradino più alto del podio degli Europei.

Simone Giannelli e Fabio Ricci in campo con gli studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci

«Per quanto sia bello farlo col proprio club, anche per il livello molto alto che c’è in Italia, vincere con la Nazionale ti dà ancora qualcosa in più, è speciale» ha detto, rispondendo alle curiosità di ragazzi e ragazze dello Scientifico, Giannelli, Mvp agli Europei e, anche se solo 25enne, veterano del giovane gruppo laureatosi Campione in Polonia. E Ricci ha spiegato: «La pallavolo ci ha permesso di conoscere tanti posti diversi, tante persone di cultura e lingue differenti. Ci ha fatto vedere il mondo».

Simone Giannelli e Fabio Ricci alla scuola Leopardi

Per tutti e due inizi precoci ma non troppo: a 12 anni le prime esperienze nella pallavolo ha detto Ricci, qualche anno dopo per Giannelli, che dice: «Facevo tutt’altro: tennis, calcio e, essendo di Bolzano, naturalmente sci. Poi ho iniziato col volley e scoperto che mi veniva abbastanza bene». Non solo volley però. «Sto studiando per laurearmi in Scienze dell’alimentazione, quando avrò smesso con la pallavolo mi piacerebbe lavorare come nutrizionista». Grandi attenzione e entusiasmo dei giovanissimi presenti.

Il doppio incontro, nelle rispettive ore di educazione fisica, ha riguardato una classe della scuola secondaria di I grado “Leopardi” e due classi, rispettivamente una 5° dell’indirizzo Scienze applicate e una 2° dell’indirizzo sportivo, del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”. Qui ad accogliere i campioni sono stati la dirigente Fabiola Fabbri e i professori di scienze motorie Giovanni Bordoni e di matematica Marco Brutti. L’appuntamento, una sorta di master-class, è stato organizzato da Acqua Frasassi.

Simone Giannelli e Fabio Ricci con gli studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci

A portare il suo saluto anche Ugo Coltorti, assessore allo Sport del Comune di Jesi: «Abbiamo affrontato un lungo periodo difficile. In particolare per i nostri ragazzi. Fortunatamente, grazie allo sport, possiamo guardare avanti con grande ottimismo. I nostri atleti quest’anno ci hanno regalato tantissime soddisfazioni, in tante discipline: dal calcio al volley, dall’atletica al ciclismo, dal tennis alla ginnastica artistica, mandandoci segnali di speranza incredibili. Il loro esempio e le straordinarie vittorie hanno convinto tanti giovani a non abbandonare i loro sogni, tantomeno l’attività sportiva. L’incontro di oggi con i due campioni dei volley Giannelli e Ricci, illustri testimoni di questa bellissima stagione, offre un ulteriore nuovo stimolo a raggiungere nuovi traguardi».

Simone Giannelli e Fabio Ricci in campo con gli studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci