Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, scatta l’obbligo di mascherina all’aperto in centro storico

Da sabato 18 dicembre fino al 9 gennaio 2022, dalle ore 18 alle ore 02, è obbligatorio l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie all'interno delle mura

Piazza Federico II lo scorso Natale

JESI – Piazza Federico II, via Pergolesi, Piazza Ghislieri, Piazza Colocci, Piazza Spontini, Piazza Indipendenza, Piazza delle Monnighette, Arco del Magistrato, Piazza della Repubblica, Corso Matteotti (da piazza della Repubblica a Via Mura Occidentali), Piazza Pergolesi. Sono le zone in cui, da sabato 18 dicembre fino al 9 gennaio, ore 18-2, sarà obbligatorio l’uso della mascherina per chiunque vi transiti. Oggi l’ordinanza del sindaco Massimo Bacci.

L’obbligo non vale per i bambini di età inferiore ai sei anni, le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con un disabile qualora il dispositivo di protezione delle vie aeree ostacoli fortemente la comunicazione, i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva, i clienti che consumano al tavolo o al bancone dei pubblici esercizi, la Polizia Locale e le Forze di Polizia operanti sul territorio comunale.

L’ordinanza

«Nel periodo delle festività natalizie ed in prossimità delle stesse – si legge nell’ordinanza – vi è un maggiore afflusso di persone nel centro cittadino tale da generale pericolosi assembramenti di persone nelle aree di maggiore attrattività dovuta alla presenza, ad esempio, di negozi, luminari, bancarelle e simili. Le caratteristiche dei luoghi interessati potrebbero non consentire di garantire in modo continuativo il distanziamento da persone non conviventi e quindi si rende necessario, al fine di tutelare la salute delle persone, utilizzare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie per ostacolare la propagazione del virus. Allo scopo di prevenire ogni ulteriore evoluzione negativa del quadro pandemico nel territorio del Comune di Jesi, occorre adottare ulteriori misure di prevenzione nel periodo antecedente e successivo alle festività natalizie quali l’obbligo di indossare nei luoghi all’aperto i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Nel rispetto del principio di proporzionalità è necessario attuare tutte le azioni per evitare situazioni di pericolo per la salute pubblica con l’adozione di un provvedimento di natura cautelare di carattere contingibile e urgente diretto a contrastare, durante il periodo natalizio e festivo, l’evoluzione della pandemia prescrivendo dei comportamenti sociali laddove non possa essere garantito il necessario distanziamento interpersonale».

L’inosservanza dell’obbligo dell’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 1000 euro.