Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, passare col rosso costa 200 mila euro

Sono le somme accertate dalla Polizia Locale nel corso dell’anno 2021. Fino a luglio erano rimasti attivi in città i “semafori spia” agli incroci di viale del Lavoro con via San Giuseppe e con viale della Vittoria – via Garibaldi

Le vecchie telecamere spia al semaforo di viale del Lavoro

JESI – Multe per violazioni al Codice della strada per poco meno di 690 mila euro. Per la precisione, per 689.898,36 euro. Di questi, 196.448,23 euro dovuti per essere passati col rosso al semaforo. Sono le somme accertate dalla Polizia Locale di Jesi nel corso dell’anno 2021. Altri 17.411,30 euro derivano invece dalle sanzioni per violazioni amministrative diverse dal Codice della strada, attinenti a regolamenti comunali, ordinanze sindacali e altre norme.

Fino a luglio del 2021 erano rimasti attivi in città i “semafori spia” installati dall’anno precedente contro i furbetti del passaggio col rosso agli incroci di viale del Lavoro con via San Giuseppe e con viale della Vittoria – via Garibaldi. Per il noleggio, per un anno, delle apparecchiature erano stati spesi poco meno di 20 mila euro. Sono stati scelti due degli incroci semaforici cittadini a più alto traffico e a più elevata intensità di rischio.

Nel corso dell’anno passato, la Polizia Locale ha accertato 14.427 infrazioni al Codice della Strada e 367 violazioni amministrative. Fra le prime, 261 e 94 quelle per veicoli circolanti con revisione scaduta o senza assicurazione; 27 e 29 per guida senza patente e senza cintura; 87 per guida al telefono; 2.875 quelle che hanno violato le ordinanze per la pulizia delle strade; in tutto 7.628 quelle per divieto di sosta (delle quali 2.942 ad opera degli ausiliari del traffico).

Accertate 3.268 infrazioni per accesso non autorizzato in Ztl, 1.371 per passaggio con rosso, 118 i veicoli sequestrati e 7 i confiscati, 25 le patenti ritirate. Gli incidenti stradali rilevati sono stati 303: 197 con danni a cose e 106 con feriti, nessun mortale.

Gli accertamenti Covid-19 per il mancato rispetto della quarantena sono stati 10, 71.693 i chilometri percorsi dagli equipaggi nelle attività di controllo del territorio.