Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, riqualificazione di piazza Federico II: 74 aziende interessate

I lavori dovrebbero partire nel mese di febbraio e concludersi a inizio primavera. Il Comune ha già sorteggiato dieci operatori e selezionerà l'offerta migliore

Piazza Federico II

JESI – Ammonta a 219.511,45 euro l’importo a base di gara per la riqualificazione di piazza Federico II. I lavori dovrebbero partire nel mese di febbraio e l’amministrazione sta procedendo all’individuazione della ditta appaltatrice. Ben 74 le domande pervenute in piazza Indipendenza, tutte ammesse al sorteggio che si è tenuto lo scorso 4 gennaio. Ora, sono dieci le aziende in corsa per ottenere l’appalto e dovranno formulare la propria proposta economica.

Piazza Federico II sarà sistemata grazie a una porzione del lascito di Cassio Morosetti di 2 milioni di euro. «Dei 750 mila euro che avevamo previsto, è costato circa 500 mila euro lo spostamento della fontana – ha evidenziato l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi -. Con quel che resta dell’eredità finanzieremo fra gli altri 345 mila di interventi per l’abbattimento di barriere architettoniche in quasi tutte le scuole, dai nidi ad infanzia, primarie e medie, della città. Per altri 180 mila euro si prevede l’installazione, da via Farri, di un ascensore in Comune che consenta a tutti l’accessibilità almeno del piano di rappresentanza e degli uffici più frequentati». Previsti inoltre 400 mila euro per antincendio e riapertura del Teatro Moriconi e, appunto, la risistemazione di Piazza Federico II.

Non ci sarà più l’aiuola, che verrà rimossa, mentre resteranno le fasce in pietra bianca con l’iscrizione dedicata a Federico II e la pavimentazione attuale, pur inserendo formelle in pietra naturale, di colore chiaro, illuminate a led e allineate secondo la direttrice del vecchio cardo romano e dell’attuale via Pergolesi, che guardano in direzione di Palazzo Balleani. Alcune di queste potranno essere rialzate per contenere gli allacci elettrici per manifestazioni e eventi, attraverso altre sarà possibile la lettura di elementi multimediali che permetteranno di conoscere meglio la piazza, i palazzi che vi si affacciano, gli appuntamenti in programma. Saranno installati piloni dissuasori del traffico come quelli di Piazza Colocci e si ipotizzano due totem multimediali agli estremi della piazza, in acciaio, altri oltre tre metri.