Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, il ripristino del ponte San Carlo diventa una priorità

L'amministrazione comunale, ricevuti i risultati delle verifiche strutturali, ha modificato il piano delle opere pubbliche per procedere più rapidamente alla messa in sicurezza del viadotto sul fiume Esino

Il ponte San Carlo
Il ponte San Carlo

JESI – Ponte San Carlo sarà ripristinato, risorse permettendo, entro l’anno. Lo ha stabilito l’amministrazione comunale, modificando il piano triennale delle opere pubbliche per agevolare l’intervento di manutenzione straordinaria. A seguito delle verifiche effettuate, infatti, i tecnici hanno stabilito che il consolidamento del viadotto sul fiume Esino non può più attendere.

«A seguito dell’esecuzione delle indagini e prove di laboratorio da parte del professionista incaricato di condurre la verifica della stabilità della struttura portante del Ponte in esame – si legge nel documento approvato dalla giunta guidata da Massimo Bacci -, è emerso che le condizioni generali dei materiali di costruzione non sono ottimali e pertanto è necessario procedere, in tempi brevi, sia con le attività già previste all’interno dello studio di fattibilità approvato nel novembre 2017 di limitazione dei carichi, nonché con il successivo conferimento dell’incarico di progettazione propedeutico all’esecuzione dell’intervento di ripristino della struttura da programmare in ogni caso entro il corrente anno. Il professionista sopra detto ha stimato un costo complessivo d’intervento di 4 milioni di euro».

Sono stati rivisti, inoltre, gli importi di altri quattro progetti al fine di intercettare le opportunità offerte dai fondi ministeriali. Nel dettaglio, il risanamento conservativo del cavalcavia di Viale della Vittoria (importo complessivo pari ad € 520.000,00 da finanziare tramite contributo previsto dalla L. 205/2017 art. 1 co. 853 non ancora assegnato), il progetto di fattibilità tecnico-economica dell’intervento di costruzione della nuova scuola media Lorenzini (importo complessivo pari ad € 5.740.000,00, i cui lavori verranno realizzati dall’Inail fino ad un importo complessivo di € 4.020.000,00, mentre i residui lavori, di importo complessivo pari ad € 1.720.000,00 verranno finanziati tramite contributo del Miur), lo studio di fattibilità dell’intervento di ristrutturazione e adeguamento sismico della scuola primaria Martiri della Libertà  (importo complessivo pari ad € 670.000,00 finanziati per € 530.000,00 tramite contributo del Miur e per € 140.000,00 tramite mutuo), e lo studio di fattibilità dell’intervento di restauro della scuola media Savoia (importo complessivo di € 1.000.000,00 interamente previsti nell’annualità 2018, da finanziare tramite contributo previsto dalla L. 205/2017 art. 1 co. 853 non ancora assegnato).